menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiazza marrone in mare, Fiorilli: "E' collegata allo sversamento per i lavori sul fiume?"

Pescara Mi Piace, con l'ex vicesindaco Fiorilli, chiede spiegazioni al Comune in merito alla chiazza marrone avvistata nel week end nel mare per capire se è collegata allo sversamento di liquami avvenuto durante i lavori di rifacimento della condotta fognaria

Vuole vederci chiaro il movimento Pescara Mi Piace sulla questione della chiazza marrone avvistata nel mare durante l'ultimo week end. Dopo le rassicurazioni avute dal vicesindaco Del Vecchio in attesa dei risultati delle analisi condotte dall'Arta, ora Fiorilli si chiede se quella chiazza non sia direttamente collegata allo sversamento di liquami avvenuto il 16 ottobre scorso per consentire il rifacimento e lo spostamento della rete fognaria nei pressi del fiume dove sono in corso i lavori per il Ponte Nuovo.

L'amministrazione comunale aveva emanato un'ordinanza di divieto assoluto di utilizzo delle acque del fiume proprio durante i lavori.

"Com’è infatti possibile che nel 2015 l’amministrazione comunale di Pescara non disponga di mezzi, strumenti o comunque di conoscenze tecniche tese a consentire lo spostamento di una condotta fognaria senza per questo dover sversare milioni di litri di liquami e feci nel fiume, ossia nel mare? Esistono, in teoria, delle barriere assorbenti, del tipo di quelle usate nelle situazioni  di emergenza, anche in alto mare, capaci di bloccare anche la dispersione degli idrocarburi, attrezzature di cui Pescara, città portuale, dovrebbe in realtà già disporre per fronteggiare eventuali situazioni di emergenze ambientali. Ci suona dunque anomalo che il semplice spostamento di due fogne abbia obbligatoriamente ‘imposto’ il rilascio nel fiume e nel mare dei liquami." ha dichiarato Fiorilli, aggiungendo che l'allarme è scattato quando il 17 mattina è stata avvistata l'anomala chiazza, e per questo ha chiesto all'Arta di effettuare analisi approfondite e giornaliere in quel tratto di fiume e di mare almeno fino alla fine del mese di ottobre, per ottenere dati certi riguardanti la bontà delle acque marine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento