rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Bancarotta e reati fiscali: otto arresti, sequestrato il Tortuga

Importante operazione della Guardia di Finanza di Chieti in collaborazione con la Squadra Mobile teatina. Sgominata organizzazione dedita a reati societari e fiscali. In manette l'imprenditore Mauro Mattucci. Sequestrato il Tortuga

Maxi operazione della Guardia di Finanza di Chieti assieme alla Squadra Mobile teatina riguardante un'organizzazione criminale che si occupava di reati societari e fiscali.

Otto persone sono state arrestate, fra loro l'imprenditore pescarese Mauro Mattucci, che da anni opera nel settore residenziale ed immobiliare.

L'accusa è di associazione a delinquere per frode fiscale e bancarotta fraudolenta per distrazione. Mattucci, nel giro di dieci anni è riuscito a passare da piccolo imprenditore con redditi praticamente inesistenti, a capo di una serie di società nonché di una vera e propria holding criminale ben strutturata e perfettamente inserita nel tessuto economico/sociale non solo abruzzese.

Il successo imprenditoriale, secondo gli inquirenti, deriva dall'atteggiamento intimidatorio e dalle minacce operate ai danni di imprenditori e commercianti costretti a cedere le proprie attività a prezzi per loro estremamente svantaggiosi.

Una decina le società finite nel mirino della Finanza. Sequestrati conti correnti ed anche il noto locale della riviera pescarese Tortuga.

L'obiettivo dell'organizzazione era acquisire società ed attività in crisi di liquidità ma sane, svuotarle di beni, intestarle a prestanome e poi fallire dopo aver trasferito la sede legale.

Tre le persone finite in carcere e cinque ai domiciliari. L'ammontare delle frodi e bancarotte ammonta a circa 13 milioni di euro solo di fatture false e 6 milioni di euro di imposta evasa.
Sequestrate anche 17 unità immobiliari della società di proprietà di Mattucci.

Tra gli indagati figurano MATTUCCI Marco figlio di Mauro, il noto commercialista teatino Antonio CRISTOFANELLI al quale unitamente a MARTINI Lara è stato notificato un provvedimento interdittivo della professione di commercialista

Indagati anche CAPURRI Giuliano, GENTILE Antonio, MISSO Vincenzo, DI LUCA Nando, CAMELI Carla, LIGHEZOLO Valerie Laurence .

Secondo gli inquirenti, grazie a questo sistema illegale l'organizzazione è riuscita ad ottenere fondi per realizzare il centro commerciale "Adriatico" di Civitanova Marche ottenendo cospicue liquidità e cospicui crediti di imposta in realtà inesistenti.

Ventuno in tutto le persone denunciate. Sequestrate anche 48 unità immobiliari riconducibili a società di proprietà degli indagati.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bancarotta e reati fiscali: otto arresti, sequestrato il Tortuga

IlPescara è in caricamento