Si stacca una presa mentre arrampica sul Corno Grande (Gran Sasso) e precipita per 10 metri

L'incidente è avvenuto lungo il tratto Alletto Gravino quando al 36enne si è staccata una presa

Paura sulla parete orientale del Corno Grande del Gran Sasso per un alpinista di 36 anni di origini ungheresi residente a Potenza Picena che è precipitato per 10 metri mentre stava arrampicando insieme a un amico.
L'incidente è avvenuto lungo il tratto Alletto Gravino quando al 36enne si è staccata una presa. 

Dopo un volo di una decina di metri l'alpinista ha sbattutto contro la parete rocciosa.

L’amico che era con lui ha allertato il Soccorso Alpino e Speleologico d’Abruzzo, intervenuto subito con squadre di terra a bordo di un elicottero del 118. Particolarmente difficoltoso il recupero dei due alpinisti marchigiani da parte dei tecnici del Soccorso Alpino e del pilota del 118, che si è accostato alla parete, consentendo ai tecnici di calarsi lungo la parete ed effettuare il recupero. 

A bordo dell’elicottero, i sanitari hanno constatato che il giovane ungherese aveva riportato un trauma toracico. L’alpinista non è in pericolo di vita, ma è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Teramo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Tragedia nel Pescarese, pensionato rimasto vedovo si toglie la vita

  • Oddo dopo l'esonero dal Pescara cita Pirandello

Torna su
IlPescara è in caricamento