rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Attualità

Un supporto via Skype ai pazienti oncologici del Pescarese dalla Lilt

L'associazione per la lotta ai tumori di Pescara scende in campo per fornire assistenza psicologica in questo difficile momento ai pazienti oncologici

Un servizio d'ascolto e di sostegno psicologico, tramite videochiamata Skype, per tutti i pazienti oncologici della provincia di Pescara. L'iniziativa è stata lanciata dalla Lilt di Pescara, la lega italiana lotta contro i tumori e sarà attiva da martedì 24 marzo con la possibilità di essere di supporto anche ai familiari, agli operatori sanitari e studenti di tutta la provincia.

SUPPORTO PSICOLOGICO A DISTANZA DA PSY + ONLUS

L'obiettivo è offrire a distanza, visto il decreto del Governo per il Coronavirus, un supporto per far parlare le persone ed i pazienti delle proprie ansie, paure che in questo momento accomunano molte persone e soprattutto quelle più fragili come i pazienti oncologici, ha spiegato il presidente della Lilt provinciale professor Lombardo:

Attraverso la piattaforma gratuita Skype abbiamo aperto la linea Lilt Sostegno Pescara, che permette di far lavorare il punto di ascolto telefonico anche con possibilità di videochiamata, e l’account google liltpe.sostegno@gmail.com al quale, chi ne avrà bisogno, potrà anche mandare mail. L’obiettivo è quello di offrire un supporto psicologico concreto e tangibile per la prevenzione del Dpts – Disturbo Post Traumatico da Stress, che è una vera patologia. I destinatari del servizio saranno innanzitutto i pazienti oncologici e i loro familiari che stanno vivendo oggettivamente giorni di paura e angoscia: le notizie di cronaca rimbalzate ovunque ci raccontano, infatti, che il Covid-19 attacca con particolare virulenza e aggressività le persone fragili, dunque con un sistema immunitario compromesso o a rischio, condizione che riguarda molti cittadini che stanno lottando contro un tumore o hanno appena superato la malattia.

Lombardo ha aggiunto che vivere in completo isolamento, in casa, per diverse settimane accentua ansie e paure e dunque il paziente e la persona non possono essere lasciati soli:

Ma non solo: il servizio sarà infatti disponibile e utile anche per i più giovani, ovvero per la popolazione scolastica del territorio provinciale pescarese. I ragazzi, con i quali la Lilt già lavora ogni anno, hanno bisogno di aiuto per interpretare in modo corretto i messaggi da cui vengono bombardati, per evitare di passare dall’indifferenza o scetticismo nei confronti delle informazioni ricevute, dunque non seguendo i suggerimenti forniti dalle Istituzioni per evitare il contagio da coronavirus, alla paura; infine i destinatari dello sportello di sostegno sono gli operatori sanitari che in prima linea stanno vivendo l’emergenza, medici, infermieri, Oss, e che comunque si trovano a dover fronteggiare una situazione di lavoro completamente nuova, con uno scenario talvolta di guerra

Il servizio di punto telefonico di ascolto sarà attivo il martedì dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 20; il giovedì dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 20; infine il sabato dalle 10 alle 13.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un supporto via Skype ai pazienti oncologici del Pescarese dalla Lilt

IlPescara è in caricamento