rotate-mobile
Attualità Civitella casanova

Per 38 anni si è preso cura dei suoi concittadini: per ringraziare il dottor Santucci grande festa a Civitella Casanova [FOTO]

È andato in pensione il medico di base che per tanti è stato molto più di questo e così, per l'occasione, hanno deciso di omaggiarlo con una festa e una targa: "Per l’instancabile impegno professionale e umanitario offerto con passione e generosità nei lunghi anni al servizio della comunità"

Per trentotto anni è stato il medico di tutti e così la sua comunità ora che potrà finalmente godersi la meritata pensione, ha deciso di omaggiarlo. Una grande festa quella che a Venanzio Santucci, medico di Base, è stata organizzata a Civitella Casanova per il suo addio alla professione.

I civitellesi hanno voluto dimostrare la loro gratitudine al “dottore”, internista e medico di medicina generale, organizzando il 10 marzo un rinfresco cui hanno preso parte davvero in tanti: famiglie, pazienti e amici di Santucci.

Visibilmente emozionato il dottor Santucci, accompagnato dalla moglie Leda Prosperi (a sua volta medico), ha ringraziato tutti coloro che hanno partecipato all’evento di commiato svoltosi in un locale di Pettorano di Civitella. Una vera istituzione per gli abitanti di Civitella Casnova perché per tanti Santucci è stato un vero riferimento. Non solo un medico di medicina generale, ma un vero e proprio “amico” che ha sempre saputo rappresentare quella figura dimenticata del cosiddetto medico condotto. Sempre al fianco dei pazienti li ha sempre sostenuti e accompagnati non solo nelle cure, ma anche nel sostegno psicologico nell'affrontare le loro difficoltà.

Il dottor Santucci va in pensione: la festa dei cittadini di Civitella Casanova

“Non ricordo una sola volta – ha spiegato il cavalier Mario Cirone tra i promotori dell’iniziativa – nella quale il dottor Santucci abbia negato la propria disponibilità per raggiungere l’abitazione, anche a chilometri di distanza, di una persona in condizioni di ricevere assistenza medica. Un amico, oltre che un medico, e per questo ci è parso giusto e doveroso abbracciarlo con tutto il nostro affetto”.

“Quando mi fu prospettata la possibilità di esercitare qui la mia professione - ha detto il dottor Santucci - decisi di dedicarmi al mio paese di nascita con quello spirito di servizio che a quei tempi era molto vivo nel campo medico. Se non lo avessi fatto mi sarebbe parso di voltare le spalle alla mia gente, e oggi posso dire in tutta serenità che non mi sono mai pentito. Ho certamente rinunciato ad altre opportunità professionali in Abruzzo e fuori, ma feci a quel tempo la scelta del cuore e sono felice di averla fatto”.

Un modo di vedere l’attività che ha trovato conferma nella motivazione trascritta sulla targa celebrativa che i partecipanti hanno voluto conferirgli: “Per l’instancabile impegno professionale e umanitario offerto con passione e generosità nei lunghi anni al servizio della comunità”.

Alla domanda di rito, vale a dire se vi fosse qualche ricordo o aneddoto speciale sui 38 anni come medico di base in paese, ha risposto: “un ricordo meraviglioso che terrò con me è quello di due signore, una di Vestea e l’altra della Madonna delle Grazie, grazie alle quali ho potuto accogliere e visitare i pazienti in locali distanti dal paese, che loro stesse mettevano a disposizione. Si trattava di ambienti delle loro case. Anche il bagno veniva reso disponibile, e trovavo spazi caldi, accoglienti e profumati di lavanda. Senza di loro le persone, spesso anziane, avrebbero avuto molte difficoltà a raggiungere il mio ambulatorio. La festa che mi avete organizzato questa sera voglio dedicarla anche a queste due donne eccezionali”.


Al dottor Santucci, prima del taglio della torta, è stato fatto dono di due oggetti preziosi, di antiquariato: una tela muraria riproducente il corpo umano e i suoi organi e un prezioso sfigmomanometro per la misurazione della pressione arteriosa. 


All’organizzazione dell’evento, oltre a Mario Cirone, hanno collaborato Franca Longo, Cinzia Pecorale, Claudia Lattocco, Maria Rosaria Falzano, Silvia Granchelli e Rocco Colaiocco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per 38 anni si è preso cura dei suoi concittadini: per ringraziare il dottor Santucci grande festa a Civitella Casanova [FOTO]

IlPescara è in caricamento