rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Attualità Manoppello

Con “Montagna pescarese” 22 comuni della provincia in rete per fornire supporto e assistenza

Positivo il bilancio dei primi 7 mesi di attività del servizio di pronto intervento sociale per famiglie e individui. Il commento del responsabile dell’Ecad 17, Massimiliano Esposito

In sette mesi sono stati 110 gli utenti accolti nel centro di Pronto intervento sociale “Montagna pescarese”; 150 i contatti arrivati al numero verde per richieste di sostegno economico, sociale e psicologico; 24 i pacchi alimentari consegnati, a cui si aggiungono 5 forniture di vestiario a famiglie con minori. È un utile strumento di supporto e assistenza immediata per i cittadini dell’Ambito distrettuale sociale n. 17 che unisce 22 Comuni della nostra provincia, il servizio di pronto intervento sociale “Montagna pescarese”, le cui attività ruotano intorno al centro servizi di Piano d’Orta, frazione di Bolognano, attivo in via sperimentale dal 1° aprile.

Soddisfatto il responsabile dell’Ecad 17 Massimiliano Esposito: “Siamo felici dell’ottimo lavoro di rete che si sta facendo con i servizi sociali territoriali e con gli altri servizi sul territorio. C’è stata una prima positiva risposta da parte della cittadinanza, nonostante ancora in molti non conoscano questo servizio, ma siamo sicuri che in futuro i numeri saranno destinati a crescere, perché il PrInS è un’ulteriore risorsa concreta sul territorio. Si tratta del primo servizio di questo genere nell’entroterra pescarese, e siamo orgogliosi di quanto è stato fatto nonostante le fisiologiche criticità che si sono presentate in questo primo periodo”.

Il servizio di pronto intervento sociale fornisce assistenza immediata e supporto a quanti si trovano in situazioni di emergenza sociale, ha funzione di sportello multifunzione e di ascolto ed offre servizi come il fermo posta e l'accesso alla residenza anagrafica per le persone senza fissa dimora. Può essere contattato attraverso la linea telefonica dedicata 389.0990880 oppure raggiungendo la sede (via dell'Infanzia, 37 a Piano d’Orta – Bolognano) durante gli orari di apertura.

“Il pronto intervento sociale è un presidio importante sul territorio e costituisce una risposta concreta e veloce a situazioni impreviste per gravità o specificità del contesto – ricordano il presidente dell’Ecad 17 Giorgio De Luca, sindaco del Comune di Manoppellom e Giulia De Lellis, coordinatrice dell’assemblea dei sindaci dei 22 centri dell’ambito sociale Montagna pescarese – Allo stesso tempo, supportando individui e famiglie che si trovano in stato di bisogno è un tassello fondamentale all’interno della rete”.

Inoltre, nell'ambito delle azioni volte al contrasto della povertà dell’Ecad 17, è partito anche il progetto “Caffè sospeso”, iniziativa solidale per la raccolta di fondi destinata alle famiglie bisognose dei 22 Comuni. Appositi salvadanai, realizzati con materiali di riciclo dai giovani dei Centri “Arcobaleno” di Popoli e “Abilmente” di Tocco da Casauria, sono stati collocati nei 22 Comuni dell’Ecad 17 all’interno di bar, ristoranti e pasticcerie che hanno manifestato la loro adesione: le donazioni liberali raccolte contribuiranno ad incrementare il fondo per l’erogazione di buoni spesa e buoni fornitura, che saranno distribuiti alle famiglie bisognose.

Sono parte dell’Ecad 17 i Comuni di Abbateggio, Alanno, Bolognano, Bussi sul Tirino, Caramanico Terme, Castiglione a Casauria, Corvara, Cugnoli, Lettomanoppello, Manoppello, Pescosansonesco, Pietranico, Popoli, Roccamorice, Salle, Sant’Eufemia a Maiella, Scafa, Serramonacesca, San Valentino in Abruzzo Citeriore, Tocco da Casauria, Torre de Passeri e Turrivalignani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con “Montagna pescarese” 22 comuni della provincia in rete per fornire supporto e assistenza

IlPescara è in caricamento