rotate-mobile
Attualità

Referendum consultivo per la sede della Regione nell'area di risulta, primo incontro per strutturare il comitato promotore

L'incontro è in programma nella sede del Dopolavoro ferroviario di Pescara

Un primo incontro operativo per strutturare il comitato promotore del referendum consultivo sulla nuova sede della Regione Abruzzo a Pescara.
È previsto nella sede del Dopolavoro ferroviario giovedì 10 novembre alle ore 19.

Tutti coloro che sono interessati a collaborare potranno partecipare alla riunione, fanno sapere gli organizzatori.

A proporre un referendum è stato il consigliere comunale Carlo Costantini di Azione. Due i quesiti che propone Costantini, questo il primo: "Volete che vengano revocati la deliberazione di giunta comunale numero 787 del 20 settembre 2022 e il relativo protocollo di intesa sottoscritto dal sindaco di Pescara e dal presidente della Regione Abruzzo, con il quale il Comune di Pescara e la Regione Abruzzo hanno stabilto che la nuova sede regionale troverà collocazione all'interno delle aree di risulta. Precisamente che nella porzione posta in adiacenza a corso Vittorio Emanuele II e prospiciente la stazione centrale, il capolinea degli autobus e via Piave, avente l'estensione di circa 10mila metri quadrati?".
Questo il secondo: "Volete che la collocazione della nuova sede regionale venga decisa sulla base di una valutazione che tenga conto dell'intero territorio del Comune di Nuova Pescara, come istituito per effetto della legge regionale 26 del 2018 e della fusione di Pescara, Montesilvano e Spoltore?".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum consultivo per la sede della Regione nell'area di risulta, primo incontro per strutturare il comitato promotore

IlPescara è in caricamento