rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Attualità Lettomanoppello

"EmozioniAMOci, dai un calcio al... bullismo", a Lettomanoppello il progetto itinerante dell'associazione Medea

Il via è stato dato nella sala consiliare del Comune in diretta televisiva su Vera Tv ieri mattina, sabato 6 novembre

È iniziato dalla sala consiliare del Comune di Lettomanoppello il progetto itinerante "EmozioniAMOci, dai un calcio al bullismo" dell'associazione Medea Odv.
L'essenza del progetto è lo sport come strumento di integrazione e inclusione sociale.

L'associazione Medea ringrazia l'amministrazione comunale lettese nella persona del sindaco Simone Romano D'Alfonso, l'assessore alle Politiche Sociali, Luciana Conte, la Pescara Calcio nella persona del presidente Daniele Sebastiani, il Coni.

Ma anche i partner Endas Abruzzo rappresentata dal presidente Simone D'angelo e la conduttrice Jessica Balestra di VeraMattina e tutti gli intervenuti in particolare Carlo Corradi, avvocato penalista e responsabile Area legale Vestina, Vincenzo D'Antuono, gia prefetto di Pescara e responsabile rapporti istituzionali, Maria Rita Pia, psicologa dell'associazione Medea Odv e responsabile sportello scolastico istituito comprensivo Lettomanopello Medea Odv, Veronica Leone, psicologa, il brand ambassador ovvero il campione di tennis internazionale in carrozzina Andrea Silvestrone, il direttore dell'Ecad, Massimiliano Esposito, presidente Endas Pescara, Maria De Sactis, dirigente dell'istituto comprensivo di Manoppello, il maggiore Savini, comandante della Compagnia carabinieri di Popoli, il luogotenente Mauro Chiavaroli, il maresciallo Maurizio Colantoni, in rappresentanza del questore il commissario Augelli. E infine la polizia di Stato, l'Arma dei carabinieri, il ministero degli Interni e la prefettura di Pescara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"EmozioniAMOci, dai un calcio al... bullismo", a Lettomanoppello il progetto itinerante dell'associazione Medea

IlPescara è in caricamento