rotate-mobile
Attualità

La protezione civile avvia il corso "Marine Pollution"per gli interventi di pulizia delle coste in caso di sversamenti di petrolio

Il corso, con la modalità di formazione a distanza, è organizzato dal dipartimento nazionale di protezione civile e in collaborazione con “Legambiente”

Dal primo febbraio al primo marzo, il dipartimento nazionale di protezione civile in collaborazione con Legambiente ha organizzato un corso di formazione a distanza "Marine Pollution" nell’ambito del Progetto Neptune III. Si tratta di un'attività per formare volontari da utilizzare per la pulizia delle coste in caso di spiaggiamento di idrocarburi. Il corso si articola in cinque giornate con cadenza settimanale, ed è aperto al personale delle amministrazioni locali delle regioni Abruzzo, Campania, Marche e Sicilia. Successivamente sarà organizzata una nuova edizione del corso per i volontari delle sezioni locali delle organizzazioni che si trovano in zone costiere. Per la prima giornata di corso i contenuti saranno differenziati sul sistema regionale di protezione civile, mentre per gli altri appuntamenti i programmi saranno comuni per tutti i partecipanti.

Il corso si concluderà con una esercitazione virtuale, a cura di Legambiente, con la suddivisione dei partecipanti in gruppi di lavoro. Tra i docenti figurano personale del dipartimento della protezione cviile, delle Regioni e di Legambiente, organizzazione nazionale di volontariato di protezione civile con cui il dipartimento realizza il progetto Neptune III, nell’ambito di una specifica Convenzione. Dopo una panoramica generale sul sistema nazionale e regionale di protezione civile, i soggetti coinvolti e le competenze in mare, si esamineranno le procedure e i modelli di intervento per le attività di rimozione dei prodotti inquinati in zona costiera. Il progetto Neptune nacque dopo la tragedia della Costa Concordia davanti all'isola del Giglio il 13 gennaio 2012, dove si comprese l'importanza di formare personale degli enti locali e volontari di protezione civile sugli interventi di pulizia delle coste in caso di gravi sversamenti di petrolio. L’obiettivo del progetto Neptune è proprio quello di potenziare la risposta dei territori nella attività di salvaguardia del mare e tutela dell’ecosistema costiero.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protezione civile avvia il corso "Marine Pollution"per gli interventi di pulizia delle coste in caso di sversamenti di petrolio

IlPescara è in caricamento