Attualità

Nasce il "Comitato strada parco bene comune": al via la battaglia legale contro i lavori per la filovia

Il comitato si è costituito ufficialmente con atto notarile ed ha già dato mandato ad uno studio legale di “preavviso di ricorso giurisdizionale” in merito alla ripresa dei lavori per completare la filovia

Nasce ufficialmente il “Comitato strada parco bene comune” che si è costituito davanti al Notaio Buta di Pescara e che intende tutelare gli interessi dei cittadini per la salvaguardia degli spazi impedendo interventi di antropizzazione che possano impedirne la fruizione.

Il comitato ha dunque l'obiettivo di salvaguardare la strada parco ed impedire la ripresa e il completamento dei lavori per la realizzazione della filovia e il passaggio dei mezzi a metano per il trasporto di passeggeri fra Montesilvano e Pescara.

La costituzione del comitato nasce dalla volontà degli aderenti di sintetizzare, rilanciare e divulgare il patrimonio di impegno, passione civile e conoscenze maturate dai cittadini nella ventennale difesa del bene comune rappresentato dall’unico corridoio verde ciclo pedonale disponibile, la strada parco, prima “social street” della Città di Pescara.

Nel segno di una "democrazia partecipata", fin qui negata, volta alla valorizzazione intrinseca del concetto di "bene comune", riferito alla vita della Polis nelle varie declinazioni di ordine sociale, economico, urbanistico e ambientale.

Come primo atto, il comitato ha deciso di affidare ad uno studio legale esperto in materia ambientale l'invio di un “preavviso di ricorso giurisdizionale” a tutti gli enti responsabili del procedimento dei lavori per il completamento del tracciato della filovia.

Il preavviso mira a impedire la ripresa di lavori che procurerebbero danni rilevanti al patrimonio comune, al paesaggio e all’erario dello Stato, senza garantire alcun beneficio al trasporto rapido di massa in sede propria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce il "Comitato strada parco bene comune": al via la battaglia legale contro i lavori per la filovia

IlPescara è in caricamento