Giovedì, 13 Maggio 2021
Attualità

Inchiesta appalto Asl, il direttore generale Ciamponi: "Mai ricevuto denaro o utilità da Trotta"

Vincenzo Ciamponi, direttore generale dell'azienda sanitaria locale di Pescara, replica a quanto avrebbe detto Mattucci (presidente della coop "La Rondine") ai pm

«Completa fiducia sull’operato della magistratura». 
Così Vincenzo Ciamponi, direttore generale della Asl di Pescara nel commentare quanto avrebbe riferito ai pm della Procura da Domenico Mattucci, ex presidente della cooperativa "La Rondine" di Lanciano, accusato di aver pilotato un appalto.   

«In merito alla notizia apparsa stamane su un quotidiano locale», dice Ciamponi, «smentisco categoricamente e nella maniera più assoluta di aver mai ricevuto danaro o altre utilità, né qualsiasi promessa in tal senso dal dottor Sabatino Trotta. Ribadisco che l’aggiudicazione dell’appalto in favore della cooperativa Sgs e, per essa, dell’impresa esecutrice designata cooperativa La Rondine è avvenuta nella più totale sconoscenza, da parte dei dirigenti preposti e del sottoscritto, dei fatti di corruttela che risultano emergere dalle indagini in corso. Preciso altresì che il provvedimento di aggiudicazione e l’accessivo contratto sono stati sottoscritti a seguito di approfondita e rigorosa istruttoria ad opera dei competenti uffici amministrativi della Asl, con la consulenza di un legale esterno esperto della materia. Aggiungo, infine, completa fiducia sull’operato della magistratura».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta appalto Asl, il direttore generale Ciamponi: "Mai ricevuto denaro o utilità da Trotta"

IlPescara è in caricamento