Attualità

Cambiamenti climatici, studenti dell'Istituto alberghiero protagonisti di "Noi Salveremo il Pianeta – Intervista sul clima "

Gli studenti dell'alberghiero di Pescara hanno incontrato ed intervistato oggi il fisico atmosferico e climatico Piero Di Carlo nell’ambito del progetto laboratoriale Libriamoci

È iniziato oggi il percorso di sensibilizzazione, formazione ed educazione degli studenti dell'istituto alberghiero di Pescara al rispetto dell'ambiente ed alla conoscenza del problema dei cambiamenti climatici. Lo ha fatto sapere la dirigente scolastica Di Pietro, aggiungendo che nella giornata odierna 11 novembre i ragazzi hanno intervistato ed incontrato il fisico atmosferico e climatico Piero Di Carlo, per il progetto laboratoriale "Libriamoci".

La dirigente ricorda che ai ragazzi, in occasione della mobilitazione mondiale del "Friday for the Future", fu fatta la promessa di afforntare l'argomento con un percorso di approfondimento, e l'incontro con il docente e scienziato all'auditorium Petruzzi rappresenta il primo passo di questa iniziativa.

E la problematica interessa in modo stringente gli studenti dell’Alberghiero perché è evidente la sua importanza sui cambiamenti che, inevitabilmente, il clima determinerà nel settore agroalimentare, dunque è importante che i nostri studenti conoscano
come l’aumento delle temperature, gli eventi meteorologici sempre più violenti, incideranno
sull’alimentazione e sulla salute.

I ragazzi inoltre hanno fatto numerose domande al fisico, riguardanti temi della vita quoitidiana per capire come ognuno, nel suo piccolo, può contribuire per fermare i cambiamenti climatici che in un futuro non troppo lontano potrebbero avere effetti ancora più devastanti come ha spiegato Di Carlo:

I ragazzi oggi possono e devono invertire la marcia. Il clima sta cambiando, pensiamo che solo l’Italia oggi è colpita da 500 tornado l’anno cosa mai accaduta fino a 30 anni fa, tanto che è stato istituito un Centro Europeo di monitoraggio dei tornado.

Questo perché l’aumento delle temperature agisce innanzitutto sugli oceani che sono un serbatoio di calore che viene rilasciato sotto forma di tornado. Sui cambiamenti climatici agiscono in maniera minima gli allevamenti intensivi di carne da macello, il principale imputato è il CO2 prodotto dal combustibile fossile e sul quale occorre agire in maniera forte andando verso altre forme di energia, come l’eolico o il fotovoltaico e tra l’altro avremo risorse che dureranno migliaia di milioni di anni, mentre il combustibile non avrà durata illimitata.

Un accenno anche al premio conquistato dalla città di Pescara come città piu green d'Italia nell'ambito degli Urban Award:

“In questo caso il parametro di riferimento era quello del numero delle piste ciclabili esistenti e Pescara ha il maggior numero di metri lineari di piste ciclabili del Paese. Eppure le criticità ci sono sulla qualità dell’aria e spesso il livello degli inquinanti sfora il limite di legge proprio per lo smog delle auto. Questo accade perché ci sono le piste per le due ruote, ma in realtà non si incentiva l’uso del mezzo.

Quel che è certo è che continuando di questo passo, nel 2040 la nostra alimentazione cambierà inesorabilmente, si impoverirà per la erdita di prodotti tipici a causa di quei cambiamenti climatici che stanno alterando la stessa agricoltura

alberghiero clima 2-2-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambiamenti climatici, studenti dell'Istituto alberghiero protagonisti di "Noi Salveremo il Pianeta – Intervista sul clima "

IlPescara è in caricamento