rotate-mobile
Attualità

Una borsa di studio in onore di Giulia Cecchettin dall'università d'Annunzio

Previsto un momento di profonda riflessione e commemorazione in ricordo di Giulia Cecchettin mercoledì 6 dicembre

Una borsa di studio in onore di Giulia Cecchettin da parte dell'università "Gabriele d'Annunzio" di Chieti-Pescara.
Nell’aula “Federico Caffè” del polo universitario di Pescara, mercoledì 6 dicembre, con inizio alle 16, l'ateneo si unirà in un momento di profonda riflessione e commemorazione in ricordo di Giulia Cecchettin.

Come riferisce l'AdnKronos, i presidenti dei corsi di studio triennale e magistrale in Ingegneria Biomedica, i professori Arcangelo Merla e Alessandro Fraleoni Morgera, hanno infatti promosso e organizzato un evento di rilevante significato: il consiglio straordinario unificato, aperto agli studenti di Ingegneria Biomedica, con un solo punto all’ordine del giorno, ossia la commemorazione di Giulia Cecchettin.

I saluti iniziali saranno portati dal rettore, Liborio Stuppia, e dal direttore di dipartimento, Sergio Montelpare, seguiti dai contributi delle docenti Daniela Di Berardino, Michela Cortini e Angela Di Baldassarre, che rifletteranno sull'importanza dell'inclusione e dell'equità di genere. Durante la cerimonia, verrà annunciata l’istituzione di una borsa di studio in memoria di Giulia Cecchettin, iniziativa supportata dall'associazione Aps Mama e dalla generosità del corpo docente.

Nel corso dell’evento ci sarà la proiezione del cortometraggio "La Preda", un'opera che si distingue nel panorama cinematografico per la sua capacità di trattare tematiche difficili con sensibilità e originalità, che sarà presentato dal regista Pierluigi Di Lallo e dall’attrice e presidente Mama, Alessandra Relmi. "Abbiamo voluto questa iniziativa e vogliamo esserci", annuncia il professor Merla, "per ricordare Giulia e per riaffermare il nostro impegno verso un futuro di uguaglianza e innovazione nel campo dell'Ingegneria Biomedica".

"Questa Borsa di studio", riflette il professor Fraleoni Morgera, "simboleggia il nostro desiderio di lasciare un impatto positivo e duraturo, ispirando le future generazioni di studentesse". "Questa iniziativa", sottolineano i due docenti, "non è soltanto un omaggio a una persona, la cui storia ha lasciato un segno indelebile nel nostro cuore ma rappresenta anche l'occasione per rinnovare i nostri valori fondamentali di solidarietà, rispetto e uguaglianza. Invitiamo studenti, docenti e personale universitario a unirsi a noi in questa occasione solenne per rafforzare il nostro impegno collettivo verso questi ideali".
Per partecipare alla donazione per la borsa di studio in memoria di Giulia Cecchettin – precisano - si possono inviare contributi attraverso bonifico bancario all'Iban IT91V0538715400000003923610, intestato a Aps Mama, specificando la causale "donazione per Borsa di Studio Giulia Cecchettin".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una borsa di studio in onore di Giulia Cecchettin dall'università d'Annunzio

IlPescara è in caricamento