Cambiamenti climatici, i balneatori abruzzesi sostengono la protesta dei giovani: "Noi i primi a subire gli effetti negativi"

A dirlo è Riccardo Padovano, presidente del Sib Abruzzo, il sindacato italiano balneari

Anche i balneatori abruzzesi si schierano al fianco dei giovani che ieri, venerdì 27 settembre, hanno protestato anche a Pescara contro i cambiamenti climatici nel Fridays for Future.
A dirlo è Riccardo Padovano, presidente del Sib Abruzzo-Confcommercio, il sindacato italiano balneari.

Padovano parla di «pieno e convinto sostegno dei balneari italiani alle ragazze e ai ragazzi che chiedono interventi urgenti per contrastare i cambiamenti climatici».

Inoltre, sottolinea il numero 1 dei balneatori regionali, «le imprese balneari sono pronte a fare la loro parte e a contribuire, anche finanziariamente, se solo sono messe nella condizione di avere certezze per il proprio futuro attraverso la disapplicazione, nei loro confronti, della Direttiva Bolkestein».

Questo quanto dichiara Padovano:

«Il cambiamento climatico anche per i balneari italiani non è solo un’ipotesi scientifica ma, purtroppo, drammaticamente un fenomeno già in atto. Lo sanno bene le 30mila imprese balneari italiane che vedono la spiaggia che si riduce annualmente per il fenomeno erosivo aggravato dall’innalzamento del livello del mare e che sono state seriamente danneggiate dai fenomeni atmosferici estremi verificatesi nello scorso mese di maggio dall’Abruzzo alla Sicilia; dalla Puglia al Lazio. Per non ricordare il violento e distruttivo fortunale che ha interessato la costa italiana (dalla Liguria al Veneto; dalla Toscana alla Sardegna) nell’ottobre dello scorso anno. Ci auguriamo che il Governo e le istituzioni ascoltino il grido di aiuto che viene dalle piazze del nostro Paese e, per quanto riguardi il contrasto del fenomeno erosivo, superi il ritardo accumulato nella predisposizione di un piano nazionale o che almeno emani le linee guida statali, che stiamo ancora aspettando, per gli interventi su questa problematica previsti dall’art. 89 del decreto legislativo del lontano 31 marzo 1998 numero 112».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Tragedia nell'ospedale di Pescara, uomo precipita dal settimo piano e muore

  • I gilet arancioni manifestano a Pescara: “Cacciare Conte, sì a un nuovo parlamento”

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

  • Movida Pescara, due persone denunciate per ubriachezza molesta e 9 multate perché senza mascherina

  • Recuperata auto rubata a Pescara dopo inseguimento su autostrada A14 con veicolo abbandonato in discesa

Torna su
IlPescara è in caricamento