Pescara Pallanuoto: trasferta a Monterotondo, si cercano conferme a casa della Vis Nova

Appuntamento domani pomeriggio, 8 febbraio, con inizio alle ore 18:30 per l’ottava giornata del campionato maschile di serie A2 girone sud. Convocati 13 giocatori. Ecco le parole di coach Paolo Malara

Il Pescara Pallanuoto va in trasferta a Monterotondo, dove si cercano conferme a casa della Vis Nova. Appuntamento domani pomeriggio, 8 febbraio, con inizio alle ore 18:30 per l’ottava giornata del campionato maschile di serie A2 girone sud. Queste le parole di coach Paolo Malara:

“È un campionato in cui non esistono partite facili. Siamo consapevoli della forza del nostro avversario, ma ce la giocheremo come sempre. Sono convinto che quello di sabato possa rappresentare un buon test per capire a che punto siamo”.

Poi ritorna su quanto fatto in vasca dai suoi una settimana fa:

“Abbiamo disputato una buona partita, anche se in alcuni tratti siamo stati frettolosi e superficiali. Questo ci ha portato a commettere alcuni errori che avrebbero potuto consentire il rientro al nostro avversario. In settimana abbiamo cercato di lavorare anche su quest’aspetto, perché per crescere bisogna eliminare certi atteggiamenti. La squadra sta bene, ha fiducia e questa è la cosa che più conta”.

Per la partita contro la Vis Nova Roma convocati 13 giocatori, eccoli:

  • Goran Volarevic, Luca De Vincentiis, Marco Laurenzi, Carlo Di Fulvio, Mattia De Ioris, Cesare Mancini, Davide Giordano, Marco Stanchi, Enrico Mambella, Andrea D’Aloisio, Enrico Calcaterra, David Micheletti, Francisco Molina

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per il Tg1 l'Abruzzo diventa "#zonarozza": la gaffe spopola sul web

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

  • Furto d'identità a Pescara, il caso finisce a "Le Iene" [VIDEO]

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Ha i sintomi del Covid dopo la positività del coinquilino ma il tampone arriva dopo 20 giorni, il racconto di un pescarese

Torna su
IlPescara è in caricamento