menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Pescara soffre ma batte la Spal per 1-0: ora è solo in testa alla classifica

Grazie alla prima vittoria in trasferta giunta a Ferrara contro la Spal, il Pescara ottiene tre punti d'oro che regalano ai biancazzurri il primato solitario in classifica, in attesa del posticipo. Gol di Bonanni. Decisivo il portiere Pinna nel secondo tempo

Il Pescara conquista la sua prima vittoria in trasferta e mantiene la vetta della classifica. La pratica Spal viene archiviata con un gol di Bonanni e una buona capacità di gestione del risultato.

La formazione estense scende in campo con un buon piglio imbrigliando Olivi e compagni per i primi 15 minuti senza consentire grandi conclusioni a rete da entrambi le parti. L’ex Bazzani per la Spal e Ganci per il Pescara concludono in modo deludente per le rispettive formazioni senza sortire effetto.

Al 15’ Il Pescara passa con Bonanni che calcia un pallone da fuori area. Il portiere emiliano non può far altro che osservare la sfera infilarsi alle proprie spalle. Bonanni realizza la sua seconda rete stagionale.

Al 20’ i bianco-azzurri di casa non ci stanno e dopo qualche minuto reagiscono con Schiavon, ma l’ottimo Pinna sventa senza problemi. Nell’azione successiva i padroni di casa protestano in modo marcato per un atterramento sospetto di Cipriani: il direttore di gara lascia proseguire. Gli animi diventano roventi: Olivi e Bazzani vengono al contatto, entrambi ammoniti, i padroni di casa continuano a protestare, ma il gioco riprende regolarmente.

L’ultimo brivido della prima frazione di gara è a firma di Bazzani che con un colpo di testa finalizza un lancio del centrocampo ma la palla si spegne sopra la traversa.

La seconda frazione si apre con la Spal che ci prova, ma il Pescara è più cinico nelle chiusure non concedendo spazi in fase di copertura. L’ingresso nelle linee estensi del giovane Marongiu rende la manovra dei padroni di casa più frizzante e incisiva.

Al 10’ Pinna compie un prodigio: scatta malamente la trappola del fuorigioco, Schiavon si ritrova a pochi passi dalla porta e tenta il pallonetto, l’estremo biancazzurro riesce con la punta delle dita a respingere. Grande intervento del numero uno pescarese che prende per mano la propria squadra per consentire una più agiata gestione del risultato.
Per consentire di alleggerire la pressione dei padroni di casa Cuccureddu decide di sostituire Bonanni con Tognozzi e a seguire Carboni rileva Ganci. Il Pescara passa ad un centrocampo con maggiore sostanza.

Pinna salva inuovamente il risultato. Marongiu serve Cipriani che incorna, ma l’estremo pescarese vola sotto la traversa e respinge la palla del possibile pareggio.

Gessa lascia il posto a Romito. Difficile per la Spal riuscire a perforare il muro eretto da Cuccureddu. Solo dalla distanza per mano di Cazzamalli arrivano deboli palloni facilmente neutralizzati dall’estremo Pinna.

Finisce con il Pescara che conquista la prima vittoria esterna e rinsalda la prima posizione in attesa del posticipo fra Verona e VdG. Da oggi in poi la formazione del tecnico di Alghero dovrà calarsi nella parte di capolista a tutti gli effetti ed imporre il proprio gioco per evitare che stop inattesi e possibili sussulti di classifica.
Attualmente il Pescara è l’unica formazione imbattuta nel girone B di prima divisione con uno score positivo di dieci gare all’attivo con 22 punti conquistati e primato in classifica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento