rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Calcio

Pescara-Pontedera 1-0, Cascione inizia con 3 punti pesanti: cronaca, tabellino e voti

Era la partita di debutto del terzo tecnico stagionale, una sorta di spareggio anticipato in chiave sesto posto

Buona la prima. Mister Cascione alla prima partita porta a casa 3 punti preziosi che valgono il sorpasso in classifica sugli avversari di giornata. 1-0 il finale di un match non certamente bello ma combattuto, deciso dal solito Merola (11 gol nel girone di ritorno, 15 in totale) sui titoli di coda del primo tempo. Bene così, perchè era fondamentale ripartire dopo un periodo nerissimo. All'andata in casa il Pontedera cadde per 5-0, al ritorno è bastata una sola rete per consegnare agli archivi un'altra sconfitta contro il Delfino. 

Per la sua prima partita da allenatore del Pescara (coincidente con il debutto da trainer in C dopo le esperienze in D e nei settori giovanili), mister Cascione ha già riservato alla vigilia la prima grande sorpresa della sua gestione: l'esclusione dai convocati per scelta tecnica di Georgi Tunjov, terzo cannoniere stagionale con 7 gol dietro Merola e Cuppone. Come nelle precedenti 2 gare interne, anche in questa spalti di Nord e Distinti senza la presenza della tifoseria organizzata, entrata poi nella ripresa per continuare la contestazione nei confronti della società, presidente Daniele Sebastiani in primis.

L'avvio di partita è stato connotato da ritmi blandi, comodi soprattutto agli ospiti che erano scesi in Abruzzo con il chiaro intento di mantenersi avanti in classifica agli avversari di giornata. Zero occasioni da segnalare nei primi 10, soporiferi minuti con un Pescara dedito ad un possesso palla stile tikitaka, fatte ovviamente le debite proporzioni, del tutto sterile ed accademico. Al 15 uno svarione toscano spiana la strada a Merola, che da detsra ha suggerito a Cuppone un pallone da spingere solo in rete ma che la punta salentina ha impattato malissimo a pochi metri da Vivoli. L'estremo ospite, graziato, ha così respinto. A lungo è rimasta l'unica vera chance prodotta nel match, perchè un tiro di Floriani Mussolini (che non ha centrato lo specchio della porta) e uno spiovente toscano che ha trovato Plizzari pronto all'uscita alta non possono essere annoverati nel taccuino del cronista come azioni degne di note. Al 30', piuttosto, annullato un gol al Delfino per posizione di fuorigioco di Cuppone. E' stato l'ultimo vero spunto di un primo tempo dove per entrambe la parola d'ordine è stata non prenderle fino alla rete spacca-partita, quella di Merola al 44' a rendere merito ad un Delfino che è stato certamente più intraprendente e propositivo dei toscani. Così l'azione decisiva: Milani sprinta, palla al centro, Cuppone calcio e Vivoli respinge: arriva Merola implacabile: 15° gol in campionato!

La novità di inizio ripresa non è stata una sostituzione in casa Pescara ma l'ingresso della tifoseria sugli spalti, che ha subito iniziato la contestazione nei confronti del presidente Sebastiani. Nel Pontedera un cambio subito (Pretato per Calvani) e uno dopo 5 minuti (Ignacchiti per Lombardi). Esattamente come nella prima metà di contesa, anche nella seconda i primi 15 minuti sono stati di noia e sbadigli ma con una minima novità: il Pontedera ad alzare il baricentro e il Pescara a giocare più sulle ripartenze. Canzi al 16' resta con uno solo slot ed un solo cambio perchè inserisce Selleri e Angori per Peli e Provenzano mentre Cascione continua a dare fiducia all'undici iniziale scelto. Al 24' ha optato però per i primi cambi: dentro Sasanelli e De Marco, fuori Dagasso ed un generoso ma mai concreto Cuppone. Al 33' Canzi finisce i cambi mentre il suo Pontedera guadagna metri in campo ma non riesce ad accrescere la sua pericolosità. Meazzi per Accornero è la risposta del giovane Cascione, che ha capito che nel finale ci sarà da soffrire. Il Pontedera ha infatti guadagnato campo e con Ignacchiti sfiorato anche il gol del pari. Meazzi per Accornero la terza scelta del nuovo tecnico pescarese, che ha capito che nel finale ci sarà da soffrire per portare a casa un successo prezioso e pesante. Nei 5 minuti di recupero il forcing ospite non è stato affatto veemente, a tutto vantaggio dei padroni di casa che soffrendo il minimo sindacale hanno portato a casa 3 punti importanti davvero.

Il tabellino

Pescara-Pontedera 1-0

PESCARA (4-3-3): Plizzari 6; Floriani Mussolini 6,5, Brosco 6, Mesik 6, Milani 6,5; Aloi 6, Squizzato 6, Dagasso 6 (24'st De Marco 6); Merola 7, Cuppone 5,5 (24'st Sasanelli 6), Accornero 6 (33' Meazzi sv). A disp. Gasparini, Zandri, Pierno, Moruzzi, Staver, Di Pasquale, Franchini, Masala, Capone. All. Cascione 6,5

PONTEDERA (3-4-2-1): Vivoli 6; Guidi 6, Espeche 6, Calvani 5,5 (1'st Pretato 6); Perretta 6, Provenzano 5,5 (16'st Selleri 6), Lombardi 5,5 (5'st Ignacchiti 6), Ambrosini 5,5 (33'st Salvadori sv); Peli 6 (16'st Angori 6), Ianesi 5,5; Delpupo 5,5. A disp. Lewis, Busi, Martinelli, Gagliardi. All. Canzi 6

Arbitro: Alessandro Silvestri di Roma1 6

Reti: 44'pt Merola

Note: ammoniti Milani, Meazzi (Pe), Calvani (Po)

Spettatori totali 3.246 (ospiti 8) per un incasso complessivo di 21.430 euro

Recuperi: 2'pt e 5'st

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara-Pontedera 1-0, Cascione inizia con 3 punti pesanti: cronaca, tabellino e voti

IlPescara è in caricamento