rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Calcio

Pescara, Pellacani out 6 mesi: si torna sul mercato

Il centrale veronese ko nel riscaldamento contro il Crotone: confermata la rottura del crociato, si dovrà operare. Anche Ingrosso ko per alcune settimane. Delli Carri valuterà con Colombo e sonderà gli svincolati

Il Pescara in emergenza in difesa. Filippo Pellacani si è fatto male durante il riscaldamento prima del match contro il Crotone. Questa mattina, dopo la visita del professor Gabriele Tovalieri, è arrivata la conferma: rottura del crociato anteriore destro. Si sta valutando la possibilità (quasi certa) di un intervento chirurgico con i conseguenti tempi di recupero che dovrebbero essere molto lunghi, probabilmente di sei mesi. Il difensore tornerebbe a disposizione a marzo, a stagione quasi conclusa. Una brutta tegola per la società e per l’allenatore.

Anche Ingrosso ieri si è fatto nuovamente male al ginocchio già malmesso dopo la partita contro l’Avellino. Ha forzato i tempi e si è fatto nuovamente male, lasciando il campo nella ripresa a Boben, ora certo di una maglia da titolare (per la prima volta in stagione) contro la Viterbese. Per Ingrosso sicuramente ancora qualche settimana di stop prima di poter essere nuovamente arruolabile. Colombo si ritrova quindi con due soli centrali disponibili per le due prossime due trasferte consecutive di Viterbo e Foggia (sabato 24 settembre ore 20:30).

Colombo potrebbe cambiare modulo, stravolgendo mesi di lavoro per passare alla difesa a tre e sfruttare così l’esperienza di Cancellotti come braccetto destro di un terzetto difensivo (ruolo ricoperto per tutto lo scorso campionato con Auteri dal terzino umbro) o quella di De Marino, già impiegato in carriera come braccetto sinistro. Ma l'idea non sembra scaldare il tecnico brianzolo.

L'unica via è quella di tornare sul mercato. Il ds Daniele Delli Carri guarda agli svincolati. Al momento sono pochi i centrali senza contratto che potrebbero fare al caso del Pescara: Ceppitelli, Struna, Iacoponi, Ariaudo e Antei. Quest’ultimo è un ex, avendo già lavorato con il Pescara, in B nel 2020/2021: due presenze, una ad Ascoli entrando dalla panchina nel finale (esordio di Breda dopo l’esonero di Oddo con vittoria al Del Duca) e una in casa da titolare contro il Vicenza (ko per 2-3). La sua esperienza si chiuse dopo queste due apparizioni per il ripresentarsi di problemi al ginocchio: a gennaio del 2021 Antei tornò al Benevento per rioperarsi e proseguire la riabilitazione nel suo club di appartenenza. Dall’estate del 2021 Antei è senza squadra, un profilo che non può garantire oggi certezze ad una squadra come quella di Colombo che ha bisogno di gente pronta e performante per essere all’altezza delle rivali per la B. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, Pellacani out 6 mesi: si torna sul mercato

IlPescara è in caricamento