menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Garofoli: "Ecco le vere motivazioni della rinuncia alle piscine Le Naiadi"

La presidente della polisportiva The Hurricane ha spiegato perché la società è stata costretta a dirigersi in un’altra struttura per le attività: "Sono state dette cose non vere rispetto alla nostra decisione"

La presidente della polisportiva The Hurricane Garofoli ha spiegato le vere motivazioni della rinuncia della sua società alle piscine Le Naiadi, affermando che è stata costretta a dirigersi in un’altra struttura per le attività perché "la nostra premura fin dall’inizio è stata quella di tutelare i nostri atleti e i tecnici. È necessario per noi tornare a nuotare, ma in sicurezza". E precisa: "Sono state dette cose non vere rispetto alla nostra decisione".

"Siamo una delle poche società che hanno sempre pagato le piscine a prezzi pieni e in maniera puntuale. Nei giorni scorsi il nostro direttore tecnico Trignani ha partecipato a una riunione sulla riapertura delle Naiaidi: ci hanno proposto un piano con gli orari degli allenamenti sui quali sono emerse subito delle problematiche. Avendo però un contratto che ci lega fino a luglio abbiamo cercato di trovare una soluzione per tornare alle Naiadi".

E così al presidente del Club Aquatico, Fustinoni, sono state spiegate "le nostre difficoltà", precisa Garofoli, aggiungendo che "con la seconda ondata di Covid abbiamo proposto un programma di divisione dei gruppi, mantenendo uno schema lontano da ogni tipo di rischio per i nostri tesserati. Gli orari proposti per alcuni sono inadeguati, perché i ragazzi frequentano le scuole medie e superiori e allenarsi alle ore 14 è praticamente impossibile".

Di conseguenza "una categoria è rimasta fuori", mentre "un’altra non è stata possibile inserirla perché non è possibile rispettate le norme di sicurezza anti Covid". Insomma, alla fine The Hurricane ha dovuto fare una scelta: "In questo clima di emergenza sanitaria ci sta a cuore soprattutto la salute dei nostri tesserati: invece di strumentalizzare la nostra scelta, invito i gestori a pensare esclusivamente alla salute dei ragazzi". E così è saltato tutto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento