rotate-mobile
Politica

L'area della Nave di Cascella "invasa" dalla tensostruttura di Fratelli d'Italia: scoppia la polemica

Sono comparsi nel fine settimana i gazebo destinati a ospitare la conferenza programmatica del partito che si terrà dal 26 al 28 aprile alla presenza della premier Giorgia Meloni. Critiche dal consigliere comunale Frattarelli (Sclocco sindaco) e l'ex consigliere comunale Andrea Marconi per tempi e location con i primi che sarebbero dettati da ragioni tecniche

Nell'area della Nave di Cascella sono comparsi i gazebo della tensostruttura destinata a ospitare dal 26 al 28 aprile la conferenza programmatica di Fratelli d'Italia ed esplode la polemica per l'interdizione dell'area che, considerando anche le operazioni di smontaggio, non sarà fruibile presumibilmente fino ai primi di maggio.

Pescara è la città scelta dal partito per lanciare l'ultimo sprint alle elezioni europee con cui la premier Giorgia Meloni potrebbe lnciare la sua candidatura. La presenza dei gazebo sin da ora e cioè a più di dieci giorni dall'evento non è però passata inosservata. Di certo non è passata inosservata al consigliere comunale Mirko Frattarelli (Sclocco sindaco) che con una foto postata sui social commenta così: “capannoni politici su uno dei posti più pregiati della città, dove solo mare ed eventi turistici estivi dovrebbero primeggiare. Montati ieri per una iniziativa che ci sarà addirittura il 26 aprile. É il degrado della politica. Stop”.

Come lui anche l'ex consigliere comunale Andrea Marconi che sempre su Facebook scrive: “un’amministrazione che avesse davvero a cuore la città, utilizzerebbe quello spazio per fare eventi turistici, soprattutto in questo periodo dell’anno. E invece, dal 13 aprile lo occupa per un’iniziativa politica che ci sarà dal 26 al 28 aprile. In pratica, aggiungendo il disallestimento, questo spottone elettorale bloccherà un’area strategica per quasi un mese”.

Da quanto si apprende da fonti interne l'allestimento sarebbe iniziato con tanti giorni di anticipo così come tempo richiederà il disallestimento, per installare tutto ciò che è necessario per il funzionamento dell'evento: dal palco agli impianti audio e fino ai servizi igienici.

Una motivazione che certamente non basterà a chi critica non solo i tempi, ma come abbiamo visto anche e soprattutto il luogo scelto per ospitare l'evento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'area della Nave di Cascella "invasa" dalla tensostruttura di Fratelli d'Italia: scoppia la polemica

IlPescara è in caricamento