Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica

Tamponi in ritardo, la denuncia di Taglieri: “La Regione Abruzzo è nel caos”

Secondo quanto afferma il vice presidente della Commissione Sanità, “fin dalla scoperta dei primi casi positivi di Coronavirus in Regione si sono riscontrati gravi problemi organizzativi con la gestione dei tamponi”

Caso tamponi, dal M5S si leva la denuncia di Francesco Taglieri: “La Regione Abruzzo è nel caos”. Secondo quanto afferma il vice presidente della Commissione Sanità, infatti, “fin dalla scoperta dei primi casi positivi di Coronavirus in Regione si sono riscontrati gravi problemi organizzativi con la gestione dei tamponi”.

"In 2 circolari ministeriali - precisa Taglieri - si specifica come per i lavoratori nelle strutture ospedaliere le risposte devono arrivare entro le 36 ore. Purtroppo però nel nostro territorio abbiamo avuto casi di operatori a cui è stata comunicata la positività al virus addirittura 15 giorni dopo aver effettuato il tampone. Un arco di tempo nel quale il soggetto in questione ha proseguito il proprio lavoro in ospedale, diventando inconsapevole vettore del virus”.

Taglieri, poi, aggiunge quanto segue:

“Dopo settimane in cui niente si smuove, è il momento che chi deve assumersi le proprie responsabilità lo faccia. O iniziano a portare veramente a compimento il lavoro per cui vengono profumatamente pagati, o è meglio se tolgono il disturbo e lasciano fare ad altri”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tamponi in ritardo, la denuncia di Taglieri: “La Regione Abruzzo è nel caos”

IlPescara è in caricamento