rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Politica

Sospiri e Febbo (Forza Italia) sollecitano le dimissioni di Luciano D’Alfonso

Duro comunicato dei due consiglieri regionali contro il Governatore: "Sta cercando di trovare un modo per tenere in piedi la baracca del Pd in Regione, ben consapevole che alle prossime elezioni il suo partito, la sua stessa maggioranza, crolleranno"

“Al di là delle machiavelliche invenzioni e congetture dalfonsiane, studiate nel disperato tentativo di tenere in piedi una baracca ormai in frantumi, le procedure che dettano le dimissioni del Governatore sono previste in modo palese dal Diritto e sono scritte nella Costituzione. E la prima lezione da seguire, D’Alfonso l’ha ricevuta proprio dalla democratica Deborah Serracchiani, che infatti si è dimessa per incompatibilità con l’incarico di Deputato che ha assunto da ieri. Nel caso, però, prima di sciogliere il Consiglio regionale, è opportuno tornare in aula per approvare l’unica modifica realmente necessaria alla nostra legge elettorale, ovvero l’inserimento della doppia preferenza di genere, per permettere agli elettori di votare, nel caso, un uomo e una donna”.

Lo hanno detto il Capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo, Lorenzo Sospiri, e il Presidente della Commissione Vigilanza, Mauro Febbo, tornando a sollecitare le dimissioni immediate del neo-senatore D’Alfonso.

“I tentativi di ricorrere ad alcuni éscamotage da parte del Presidente sono più che evidenti – hanno commentato i consiglieri Sospiri e Febbo – D’Alfonso sta cercando di trovare un modo per tenere in piedi la baracca del Pd in Regione, ben consapevole che alle prossime elezioni il suo partito, la sua stessa maggioranza, crolleranno a fronte di una competizione che di fatto vedrà due unici protagonisti, il centrodestra e il Movimento 5 Stelle. Ma, purtroppo per il Governatore, le sue soluzioni stavolta non passeranno”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospiri e Febbo (Forza Italia) sollecitano le dimissioni di Luciano D’Alfonso

IlPescara è in caricamento