Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Sopralluogo dell'assessore Martelli ai Gesuiti e a Zanni per "Lo sport non va in vacanza: "Un patrimonio della città"

L'assessore allo sport ha fatto visita ai bambini che già da qualche settimana hanno avviato le attività ludiche e ricreative all'aperto

Primo sopralluogo dell'assessore comunale Patrizia Martelli negli impianti sportivi di Zanni e dei Gesuiti per il progetto "Lo sport non va in vacanza", che coinvolge 615 bambini con attività sportive, ludiche e ricreative all'aperto già da qualche settimana. Presente anche il presidente del Coni Imbastaro.

L'assessore ha evidenziato l'importanza del progetto, diventato ormai patrimonio della città, e che quest'anno è ancora più importante dopo 20 mesi di isolamento forzato, per ricostruire la rete della socialità dei più piccoli e riconquistando qualche spazio di autonomia fondamentale per la crescita e lo sviluppo psicofisico. Lo scorso anno, ha ricordato la Martelli, proprio a causa della pandemia l'edizione 2020 è saltata:

"Ma ‘Lo Sport non va in vacanza’ è importante perché l’edizione 2021 è un po’ un test generale anche sulla nostra macchina organizzativa che sta funzionando bene in una situazione comunque del tutto nuova, e a modo suo emergenziale. Hanno funzionato e funzionano i protocolli di sicurezza per garantire la tutela della salute dei bambini-fruitori, degli istruttori e di tutto il personale che è impegnato nell’attività e a due settimane circa dall’inizio dell’esperienza possiamo dire con soddisfazione che il collaudo ha dato esito positivo.

Con il Coni siamo riusciti a garantire luoghi igienicamente sicuri, attrezzature all’altezza, istruttori tutti diplomati Isef o laureati in scienze motorie, dunque professionalmente preparati. Ovviamente per l’edizione 2021 abbiamo dovuto imporci dei paletti, ad esempio contingentando il numero delle iscrizioni, ovvero abbiamo potuto ammettere solo 615 bambini, senza alcuna deroga, di età compresa tra i 6 e i 13 anni,dunque nati tra il 2008 e il 2015. "

Quest'anno, ha proseguito l'assessore, non è stata allargata la platea anche ai comuni limitrofi, con i ragazzi divisi in 41 squadre: lo Stadio Adriatico-Cornacchia sta accogliendo 255 ragazzi, ovvero 17 squadre, fra cui molti ragazzi diversamente abili; il centro sportivo ‘Rocco Febo’-ex Gesuiti, con altri 255 ragazzi, sempre in 17 squadre; infine il Campo sportivo ‘Zanni’, con 105 ragazzi, ossia 7 squadre.

"Oggi abbiamo assistito a uno spettacolo straordinario, con centinaia di bambini che si stanno divertendo tantissimo, potendo tornare a socializzare con i propri coetanei, anzi, stringendo nuove amicizie, che è fondamentale dopo 20 mesi di stop forzato ai rapporti interpersonali, e sicuramente trascorrere le proprie mattine d’estate, correndo, giocando, liberando la mente dai brutti pensieri, dai timori, che tutti abbiamo coltivato nell’ultimo anno, è molto meglio che stare davanti a una play station o una televisione"

sport vacanza22-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sopralluogo dell'assessore Martelli ai Gesuiti e a Zanni per "Lo sport non va in vacanza: "Un patrimonio della città"

IlPescara è in caricamento