rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Politica

Emergenza siccità, l'assessore Imprudente: "Abruzzo a rischio medio, siamo al lavoro su diversi fronti"

L'assessore regionale e vicepresidente della Regione interviene in merito al problema della siccità che sta interessando anche l'Abruzzo

L'Abruzzo attualmente è in una situazione di rischio medio sul fronte della siccità, e la Regione è già al lavoro su vari fronti. Lo ha detto l'assessore regioale e vicepresidente della Regione Emanuele Imprudente, evidenziando come la protezione civile nazionale abbia approntato delle linee guida su come intervenire e comportarsi, monitorando i corsi d'acqua:

"Per adesso tiriamo avanti, pur se il gran caldo e la mancanza di piogge potrebbero generare difficoltà. C'è la massima attenzione verso questo problema: i provvedimenti saranno presi, con sollecitudine, nel momento in cui occorreranno. Nel frattempo - dichiara - stiamo lavorando sulle reti idriche colabrodo, questione che investe tutto il territorio nazionale e anche l'Abruzzo. Un ambito sul quale in passato non si è mai intervenuti e mai investito".

Il problema della dispersione idrica intanto continua a peggiorare: la provincia di Chieti è addirittura maglia nera d'Italia, con il 71,7% dell'acqua immessa nelle reti che finisce nel suolo, non giungendo quindi a destinazione. Seguono Pescara, col 58,9% di dispersione idrica, e L'Aquila, col 50,7%. Situazione meno critica nel Teramano. L'assessore ha concluso:

"Abbiamo già ottenuto fondi tramite il Pnrr e stiamo rispondendo a bandi per ulteriori richieste di finanziamenti per decine di milioni. Certo pur programmando con sollecitudine e trovando fondi, non è un problema che si risolve in breve tempo". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza siccità, l'assessore Imprudente: "Abruzzo a rischio medio, siamo al lavoro su diversi fronti"

IlPescara è in caricamento