rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica

Il segretario regionale Fina nel Comitato nazionale costituente del Pd: "Non si risolve tutto nelle aule, protagonisti siano i territori"

Il senatore abruzzese farà parte insieme al collega emiliano Luigi Tosani del comitato che avrà un suo importante ruolo all'interno del congresso e sul futuro del partito hanno le idee chiare: stare tra la gente, vivere le comunità e i loro problemi deve essere il punto di partenza di un vero nuovo modello organizzativo

Il deputato abruzzese Michele Fina farà parte del componente del Comitato nazionale costituente nell'ambito del congresso del Partito democratico. Un ruolo che rivestirà in rappresentanza delle segreterie e dei segretari regionali in qualità di segretario abruzzese. Incarico che andrà anche al collega Luigi Tosani che segretario regionale del Pd lo è per l'Emilia Romagna. Del comitato faranno parte anche altri sei segretari e segretarie provinciali e di circolo, con parità di genere,

L’indicazione è emersa da un lavoro di selezione e sintesi coordinato dal Segretario del Molise Vittorino Facciolla.

“Continuiamo a credere che abbiamo bisogno di uno sforzo unitario costituente, in modo complementare e che abbia una forza capace di essere utile al percorso del congresso, attraverso una discussione sui valori che ci tengono assieme e sulle ragioni di fondo che hanno fatto nascere il Partito democratico come grande forza radicata in tutto il Paese – dichiarano congiuntamente Fina e Tosiani - In questo senso abbiamo senza dubbio il compito di restituire centralità ai territori come insieme di militanti, segretari, volontari che animano il nostro partito e senza i quali non avremmo le nostre rappresentanze istituzionali, a tutti i livelli. Nel tempo si sono indebolite queste articolazioni ed oggi una nuova dimensione di presidio, fisico e non solo politico, è una grande sfida che vogliamo cogliere; nei comuni come nelle fabbriche, nelle università come nei movimenti”.

“C’è da ripensare un modello organizzativo ma soprattutto una linea politica che contempli questo obiettivo – concludono -. Perché non potrà mai risolversi tutto nelle aule parlamentari e consiliari, nei social network e nei talk show televisivi, altrimenti smarriremmo irrimediabilmente l’anima popolare che deve caratterizzare sempre un grande partito democratico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il segretario regionale Fina nel Comitato nazionale costituente del Pd: "Non si risolve tutto nelle aule, protagonisti siano i territori"

IlPescara è in caricamento