menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Semafori t-red, il Comune di Pescara potrebbe installare anche degli autovelox agli incroci con le telecamere

Lo ha fatto sapere il presidente della commissione mobilità e sicurezza Foschi tracciando un bilancio dei primi giorni di funzionamento delle telecamere in tre incroci cittadini

Sono perfettamente funzionanti le telecamere installate dal Comune nei tre incroci di via Tiburtina, via Tirino e via
Ferrari dove chi passa con il rosso viene sanzionato grazie al sistema elettronico, e presto potrebbero essere installati anche degli autovelox negli stessi impianti, per sanzionare coloro che superano il limite di velocità all'arrivo davanti ai semafori. Lo ha fatto sapere il presidente della commissione mobilità Foschi intervenuto a seguito della seduta durante la quale si è fatto il punto sul funzionamento dei t-red alla presenza dell'ingegner Caruso, responsabile della società Pescara Energia.

Si tratta degli incroci in cui si registra ma la maggiore incidentalità sul territorio urbano, e dunque la scelta di installare le telecamere non ha come obiettivo quello di fare cassa sui cittadini, ma garantire sicurezza e ridurre gli scontri.

La multa per essere passati con il rosso scatta quando l’impianto rileva che l’auto sta attraversando la striscia di arresto mentre è già scattato il rosso. In questo caso il semaforo scatta una sequenza di immagini che rappresentano la prova fotografica e documentale dell’infrazione commessa. Se la vettura attraversa la striscia con il segnale semaforico giallo, che dura 4 secondi, non c’è alcuna sanzione.

Gli impianti sono ufficialmente attivi per le sanzioni dal 28 dicembre, ma ora il Comune sta valutando se attivare anche gli autovelox per sanzionare chi arriva all'incrocio a velocità ben superiori ai limiti consentiti di 30 o 50 km/h.

Su questo dato dovremo aprire una riflessione politico-amministrativa, valutando l’opportunità di abilitare i semafori al doppio rilevamento-sanzione, al fine di tutelare soprattutto i pedoni. Inoltre con la polizia municipale andremo a valutare anche l’opportunità di implementare la dotazione di quei semafori intelligenti intervenendo con nuovi impianti su altre strade cittadine, valutando la classifica delle arterie più pericolose come corso Vittorio Emanuele via Marconi, via D’Annunzio viale Pindaro o anche zona nuovo Tribunale viale Pindaro

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pescara usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento