Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Saga: taglio agli stipendi degli operai dell'aeroporto?

A lanciare l'allarme Armando Foschi di Pescara Mi Piace, che parla di una situazione critica dopo le ultime voci raccolte dall'Ugl riguardante il taglio dei premi di produzione ed il demansionamento di decine di operai

Nuovi problemi per la Saga e soprattutto per i dipendenti. A lanciare l'allarme Armando Foschi di Pescara Mi Piace, che riprende alcune voci circolate nei giorni scorsi e denunciate dal sindacato Ugl riguardanti presunti tagli ai premi di produzione per gli stipendi dei dipendenti, oltre al demansionamento di alcuni operai.

"È evidente che la gestione Saga continua a fare acqua da tutte le parti ed è fondamentale che, dopo che la stessa Magistratura ha aperto le sue indagini sui conti, l’Enac proceda con il Commissariamento della società, utile a salvare il nostro aeroporto. Già all’indomani della nomina i sindacati avevano espresso le preoccupazioni circa le voci che si rincorrevano lungo i corridoi sulle intenzioni del nuovo Dirigente, ovvero quelle di reperire risorse nell’ambito del contratto del personale, lasciando intendere la previsione di taglio del premio di produzione, flessibilità del personale operativo che potrà essere impiegato per più mansioni, aumento di un’ora di lavoro e congelamento dei passaggi di livello ai danni del personale, mentre non una parola è stata mai fatta dall’azienda sul taglio delle indennità dei vertici Saga che continuano a beneficiare dei propri vantaggi."

Foschi prosegue aggiungendo che potrebbero esserci tagli agli stipendi dovuti ad un errato calcolo delle ore di lavoro effettuate dai dipendenti: "Orlandini ha annunciato nei giorni scorsi ai sindacati che, secondo i controlli da loro effettuati, bisogna predisporre un’opera di recupero su ogni turno lavorativo perché pare che tutti i lavoratori, per un calcolo sbagliato della stessa dirigenza, stiano lavorando un’ora in meno. Se confermata questa notizia sarebbe gravissima, perché vuol dire che sino a oggi la dirigenza Saga ha pagato al personale un’ora in più di quello che doveva percepire, il che, purtroppo, ci rende l’idea della professionalità dell’attuale dirigenza societaria." aggiungendo che la società è pronta a chiedere indietro in modo coatto le cifre pagate e non dovute se non dovesse essere raggiunto un accordo per il taglio dei premi di produzione.

"Ci chiediamo oggi se la Regione Abruzzo e il Governatore D’Alfonso siano a conoscenza di tale situazione o se aspettano l’ennesimo bilancio probabilmente in rosso per fingere sorpresa e continuare a erogare soldi in casse disastrate. E soprattutto torniamo a sollecitare l’Enac affinchè disponga il Commissiariamento della società prima che l’aeroporto di Pescara tracolli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saga: taglio agli stipendi degli operai dell'aeroporto?

IlPescara è in caricamento