Riqualificazione area di risulta, il Pd: "La destra porta in aula la delibera della giunta Alessandrini cambiando le firme"

A dirlo sono i consiglieri comunali del Pd che accusano: «La destra ha cambiato idea, Pescara ha perso un anno»

La delibera per la riqualificazione dell'area di risulta che la giunta Masci ha portato oggi in discussione in consiglio comunale è la delibera della giunta Alessandrini con le firme cambiate.
A dirlo sono i consiglieri comunali del Pd che accusano: «La destra ha cambiato idea, Pescara ha perso un anno».

«Dopo aver accusato la giunta Alessandrini di ogni nefandezza in merito al progetto dell’area di risulta, e dopo averlo bloccato con un ottuso ostruzionismo in consiglio comunale», dicono Stefania Catalano, Piero Giampietro e Francesco Pagnanelli, «ora la giunta Masci porta in aula esattamente la stessa delibera del centrosinistra cambiandone solo le firme, ma con le identiche caratteristiche, a partire dal grande parco urbano che per noi resta un motivo di orgoglio, ma contro il quale la destra ha costruito una intera campagna elettorale. La verità è che le uniche idee che sta portando avanti questa maggioranza sono quelle lasciate in eredità dal centrosinistra».

«A conti fatti Pescara ha solo perso tempo», aggiungono i consiglieri, che hanno eletto Piero Giampietro nuovo capogruppo del Pd dopo l'arresto di Giacomo Cuzzi, «oggi la città avrebbe potuto già avere un’area con un cantiere avviato senza inutili ulteriori dispendi di risorse pubbliche. E invece questa giunta ha costretto la città a perdere un anno prezioso. Sono bastati pochi mesi al governo della città perché Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e alleati cambiassero idea, trasformando il parco urbano proposto dal centrosinistra in una grande opportunità per la città, quando dall’opposizione sarebbe diventato, secondo i loro discorsi che restano agli atti, un ricettacolo di degrado. A poche ore dalla discussione, invece, restano avvolti nel mistero i contenuti della mozione con la quale la destra chiederà piccole modifiche al progetto, che però confermano la struttura portante del progetto sul quale hanno fomentato per mesi commercianti, residenti, associazioni, salvo poi presentare esattamente lo stesso identico progetto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Tragedia nel Pescarese, pensionato rimasto vedovo si toglie la vita

  • L'Abruzzo rimane zona rossa, tutte le regioni restano nell'attuale fascia di appartenenza

Torna su
IlPescara è in caricamento