rotate-mobile
Politica

Rimborsopoli, il M5S chiede le dimissioni dei vertici regionali

Dopo le recenti ammissioni di Gianni Chiodi, il M5S rinnova la richiesta di dimissioni del governatore, nonchè del presidente del consiglio regionale Nazario Pagano

"Dopo le recenti ammissioni del presidente Chiodi, che nel goffo tentativo di giustificarsi in realta' ha reso ancora piu' penosa la vicenda giudiziaria che si e' abbattuta sulla consigliatura abruzzese, il M5S rinnova la richiesta di dimissioni di Chiodi, e soprattutto la sua scomparsa dalla scena politica in previsione delle imminenti elezioni".

A prendere posizione sono i parlamentari Vacca, Colletti, Del Grosso e Castaldi.

"Ovviamente - aggiungono - non giudichiamo la vita privata del presidente, di Pagano e degli altri assessori e consiglieri, ma l'intreccio che si starebbe delineando tra la vita istituzionale e le relazioni personali dei vertici della nostra Regione e' sufficiente a chiedere ai coinvolti di farsi da parte e di chiarire la vicenda nelle sedi competenti. La stessa cosa che dovrebbe fare l'imputato D'Alfonso (candidato in pectore alla presidenza della Regione per il centrosinistra, ndr). Purtroppo sappiamo che la nostra richiesta cadra' nel vuoto: d'altronde cos'altro ci potremmo aspettare da chi glorifica da 20 anni come proprio presidente di partito un uomo i cui intrecci tra vita privata e vita pubblica sono cosi' torbidi da aver fatto diventare l'Italia lo zimbello di tutto il mondo? Non vorranno forse Chiodi e Pagano seguire le orme di Berlusconi? Dimostrino di avere piu' dignita' del loro presidente e si dimettano in attesa di chiarire le vicende giudiziarie: eviteranno di continuare a infangare l'immagine di tutti gli abruzzesi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimborsopoli, il M5S chiede le dimissioni dei vertici regionali

IlPescara è in caricamento