Politica Fontanelle / Strada Colle Orlando

Riapre strada Colle Orlando, D’Incecco contro Alessandrini: “Doveva invitare anche noi”

Duro comunicato stampa del vicecapogruppo di Forza Italia in consiglio comunale: “Il sindaco ha preferito fare orecchie da mercante e farsi immortalare mentre sposta una pesantissima transenna per appuntarsi una medaglietta sul petto”

“Anche nella semplice riapertura al traffico di una strada di periferia la giunta Alessandrini riesce a spiccare e a caratterizzarsi per il cattivo gusto istituzionale. Cortesia politico-amministrativa avrebbe dovuto doverosamente suggerire al sindaco Alessandrini di invitare alla cerimonia di riconsegna alla città di strada Colle Orlando anche chi ha per mesi metaforicamente battuto i pugni sul suo tavolo per garantire il risanamento di quell’arteria, portando la discussione anche nell’aula consiliare dinanzi alla sua assordante inerzia. E invece il sindaco Alessandrini ha preferito fare orecchie da mercante e farsi immortalare mentre sposta una pesantissima transenna per appuntarsi una medaglietta sul petto. Ci spiace per lui che, da sindaco, ha bisogno di tali mezzucci per conquistare qualche voto in vista della sua ricandidatura a sindaco, evidentemente, nel 2019, a noi bastano le telefonate dei cittadini che, memori delle battaglie condotte, non hanno dimenticato di chi è la firma di quell’intervento”.

Lo ha detto il Vicecapogruppo di Forza Italia al Comune di Pescara, Vincenzo D’Incecco, commentando la riapertura al traffico di Colle Orlando. Per D’Incecco, il primo cittadino “avrebbe dovuto, per pura cortesia istituzionale, invitare alla cerimonia di riapertura tutte le forze politiche che hanno concorso e contribuito al risultato. Così non è stato, il povero sindaco Alessandrini aveva bisogno di sentirsi assoluto protagonista come dell’aria che respiriamo, e così ha tenuto all’oscuro dell’evento i partiti d’opposizione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapre strada Colle Orlando, D’Incecco contro Alessandrini: “Doveva invitare anche noi”

IlPescara è in caricamento