Nuovi orari e regole per il conferimento dei rifiuti degli stabilimenti balneari di Pescara

L'assessore Del Trecco ha illustrato le novità del nuovo regolamento a seguito dell'incontro avuto con i balneatori

Nuove regole fino al 15 ottobre per mantenere il decoro delle riviere di Pescara, ed evitare rifiuti abbandonati dagli stabilimenti balneari ad ogni ora del giorno e della notte, con i cattivi odori sprigionati a causa delle temperature estive. L'assessore Del Trecco ha annunciato il nuovo programma e regolamento concordato con i titolari degli stabilimenti balneari, con la raccolta differenziata di carta, vetro, plastica, rifiuti organici e alghe dovranno essere conferiti in modo differenziato, utilizzando i bidoni di colore diverso consegnati da Ambiente Spa a ciascun balneatore che, all’interno della propria concessione, dovrà individuare e
attrezzare un’isola ecologica, accessibile dall’esterno per i nostri operatori.

Per chi viola il regolamento, fa sapere l'assessore, sono previste multe salate, aggiungendo che la misura è necessaria per restituire decoro alla riviera soprattutto nel periodo turistico, e per eliminare il problema dei tanti sacchi lasciati per ore sotto al sole a macerare, generando cattivi odori ed anche problemi di natura igienica. Fondamentale l'individuazione per ogni stabilimento, dell'isola ecologica interna, di facile accesso per gli operatori di Ambiente che dovranno svuotare i bidoni e ritirare i rifiuti.

È categoricamente vietato lasciare i bidoni all’esterno degli stabilimenti o ungo il marciapiedi. Nelle isole interne dovranno poi trovare posto i bidoni bianchi per il conferimento di carta, riviste, volantini, mentre gli imballaggi di cartone andranno piegati e lasciati a terra, sempre nel perimetro dell’isola ecologica; i bidoni blu per il conferimento dei rifiuti in plastica e metallo; i bidoni fucsia per i rifiuti in vetro; i sacchi grigi per i rifiuti secchi non recuperabili, senza mai superare i 20 chili di peso per ciascuna busta.

Per i rifiuti speciali, dovranno essere smaltiti con una ditta specializzata autorizzata al ritiro di sottoprodotti di origine animale, e per i rifiuti ingombranti esclusivamente utilizzando il servizio proposto da attiva per il ritiro specifico di questi rifiuti. Le alghe saranno ritirare dalle 3 alle 7.45 del mattino ad almeno 3 metri dalla riva con un trattore e puliscispiaggia.

Il lavaggio, la pulizia e il decoro dei bidoni sono a carico dei gestori degli stabilimenti balneari e, in caso di smarrimento, il costo sarà addebitato agli esercenti. La fornitura periodica delle buste verrà invece garantita da Ambiente Spa tramite richiesta inoltrata via mail o fax. I rifiuti verranno ritirati ogni giorno su fasce orarie diversificate a partire dalle ore 3. In più: l’ordinanza impone ai balneatori di interdire, per l’intera stagione, la sosta dei bagnanti e il posizionamento di ombrelloni e sedie nell’area perimetrale dei pennelli per almeno 3 metri per consentire il passaggio dei mezzi deputati al ritiro delle alghe

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Diego Armando Maradona e l'Abruzzo, ecco la foto con lo chef Quintino Marcella

Torna su
IlPescara è in caricamento