menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un milione e mezzo dalla Regione per sostenere lo sport dilettantisco: al via il bando

Lo ha fatto sapere l'assessore regionale Liris, specificando che si potrà inoltrare le domande dal 26 gennaio al 4 febbraio

Dal 26 gennaio sarà disponibile la piattaforma per richiedere i contributi a fondo perduto della Regione destinati alle associazioni sportive abruzzesi. Lo ha fatto sapere l'assessore regionale Liris, aggiungendo che saranno a disposizione complessivamente 1,5 milioni di euro di risorse che saranno fondamentale per la seconda (e si spera definitiva) ripartenza del settore e di tutte le attività.

Approvata la delibera di giunta che contiene le linee d'indirizzo per accedere ai fondi, con la piattaforma che sarà disponibile fino alle 14 del 4 febbraio prossimo.

L’accesso dovrà avvenire tassativamente a mezzo Spid del legale rappresentante. E’ un “bando 3.0”: non ci sarà nessun documento da caricare, solo compilare l’apposito form in piattaforma ed autocertificare. Poi scatteranno i controlli a campione.

I destinatari delle misure sono quelli indicati dalla legge regionale numero 2 del 12 gennaio 2018, ovvero società e associazioni sportive dilettantistiche, locali, provinciali e regionali, affiliate a federazioni sportive nazionali o enti di promozione sportiva riconosciuti dal Comitato italiano paralimpico che partecipano alle attività federali agonistiche e amatoriali; le società e le associazioni e le associazioni affiliate a Fsn del Comitato olimpico nazionale Italiano o del Comitato italiano paralimpico impegnate nei rispettivi campionati nelle massime serie.

Le società devono essere operanti alla data del 31 gennaio 2020 ed aver subito un danno effettivo per la sospensione dovuta all'emergenza sanitaria, e non spetteranno a chi al 31 ottobre 2020 non risultava iscritto nel registro del Coni o del Cip. I fondi saranno erogati fino ad esaurimento, con premialità per chi ha contratti di locazione o gestione di impianti sportivi. Liris ha evidenziato la grande vicinanza a settori duramente colpiti dalla pandemia.

Lo sport è centrale per la vita sociale dell’Abruzzo e anche per la sua tenuta economica. Ora l’obiettivo è arrivare a erogazioni tempestive

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento