menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Referendum Costituzionale, SEL/SI incontra i cittadini sulle ragioni del No

Domenica 3 luglio a Pescara Colli l'on. Gianni Melilla tratterà l'argomento, dalle 9 alle 13, insieme all'assessore Giovanni Di Iacovo e ai consiglieri comunali Santroni e Martelli

Sinistra Italiana si batte, sia con il referendum abrogativo sia nel Paese, contro l'Italicum e la Riforma Costituzionale. Per questo, domenica 3 luglio dalle 9 alle 13, a Pescara Colli in Largo Madonna dei Sette Dolori, l'On. Gianni Melilla incontrerà i cittadini.

Parteciperanno inoltre Daniele Licheri (Coordinatore Prov. Sel-Si), Giovanni Di Iacovo (Assessore alla Cultura Comune di Pescara), Daniela Santroni (Capogruppo Comune Pescara Sel -Si), Ivano Martelli (Consigliere Comunale Pescara Sel - SI) e Roberto Ettorre (Coordinatore Circolo Pescara Sel - SI).

"Per denunciare il carattere anticostituzionale della legge elettorale Italicum, che nei fatti è una riedizione peggiorata della legge Calderoli detta "Porcellum", le opposizioni al momento della sua approvazione abbandonarono il Parlamento - scrive Sel in una nota - In questi giorni si è conclusa la raccolta di firme per chiedere un referendum abrogativo sui due punti più controversi dell'Italicum:

1 - abnorme premio di maggioranza riservato alla lista di minoranza che vince il ballottaggio

2 - nomina dei deputati non da parte dei cittadini ma dai partiti attraverso il meccanismo dei capilista bloccati in tutti i collegi locali.

Il Partito Democratico che porta la responsabilità principale di questa porcata ora sembra accorgersi dell'errore fatto anche in considerazione di quanto avvenuto nei ballottaggi di Roma e Torino e nei sondaggi elettorali, in cui il Movimento 5 Stelle assorbe i voti del centro destra e supera il PD. Ma a questo punto il M5S, accortosi che l'Italicum lo può favorire nel ballottaggio con il PD, ha assunto opportunisticamente di non voler più cambiare questa legge anticostituzionale. Siamo arrivati al paradosso che PD e M5S, chi prima e chi dopo, difendono questa legge anticostituzionale. L'Italicum è ancora più negativo se si considera la pessima riforma costituzionale su cui i cittadini italiani andranno al voto nel Referendum di ottobre".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento