Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica

Pescara, nuovo consiglio comunale sospeso: le reazioni del mondo politico

Ha suscitato reazioni differenti la decisione del Presidente del Consiglio Blasioli di sospendere la seduta del consiglio comunale dopo che i consiglieri di centrodestra sono nuovamente entrati in aula con delle magliette di protesta

Reazioni contrastanti, come prevedibile, dopo la sospensione della seduta del consiglio comunale a causa delle magliette di protesta indossate dal centrodestra.

Il consiglio, esattamente come accaduto qualche settimana fa, è stato sospeso dal presidente Blasioli con seduta aggiornata a data da destinarsi fino a che lo stesso Blasioli incontrerà il Prefetto.

PD (capogruppo comunale Presutti) :Il Consiglio Comunale non è una curva da stadio o la tribuna di un palazzetto dello sport: è un’aula di pensiero e di confronto, nella quale gli eletti del popolo assumono democraticamente e nel rispetto reciproco le decisioni sulla città.
I cittadini ci hanno scelto e ci hanno affidato funzioni di governo e di controllo per articolare pensieri, deliberare e rendere possibile l’attuazione delle decisioni, non per proporci come improbabili capi ultras che urlano sulle maglie slogan forse difficili da argomentare e difendere con le parole.
Per questo motivo rivolgo un appassionato appello ai colleghi del centrodestra. Deponiamo gli abiti dei tifosi e recuperiamo quelli degli amministratori, visto anche che dobbiamo deliberare in tempi urgenti, come previsto dal recente decreto sugli enti locali, sulla rimodulazione del piano di riequilibrio finanziario pluriennale, in mancanza del quale si determinerebbero danni gravissimi per l’Ente che si troverebbe a mancare di circa 8 milioni di euro per far fronte ai debiti di parte corrente
."

M5S (capogruppo comunale Sabatini): "Sconcertata, destra e sinistra hanno perso totalmente il controllo della situazione e quello che sta succedendo in questo momento in consiglio comunale e' semplicemente inaccettabile. Il consiglio comunale forse piu' importante d'Abruzzo che deve prendere decisioni urgenti e fondamentali per la citta', e' oggi bloccato e paralizzato per un'infantile, ottusa ed ormai pericolosa prova muscolare. Hanno dimostrato in maniera chiara ed inequivocabile di essere indegni di rappresentare Pescara"

Fiorilli (Pescara Mi Piace): "“L’annuncio odierno del Presidente del Consiglio comunale di Pescara Blasioli di revoca della nuova seduta straordinaria, convocata per domani, sull’emergenza balneazione, è un atto di una gravità politico-amministrativa inaudita, ma soprattutto è un’offesa alla democrazia, l’ennesimo schiaffo sulla faccia dei pescaresi che, nel corso dell’estate, hanno nuotato tra 30 milioni di litri di liquami e feci perché il sindaco Alessandrini ha scelto di non dire che il mare era inquinato. Ma soprattutto dubitiamo della legittimità di una decisione unilaterale assunta dal Presidente Blasioli, in un momento di onnipotenza, senza aver prima convocato né l’Ufficio di Presidenza né tantomeno la Conferenza dei Capigruppo. L’Associazione ‘Pescara – Mi piace’ solleva dei dubbi di legittimità circa la decisione assunta dal Presidente Blasioli il quale, prima di adottare qualunque provvedimento di revoca, non essendoci problemi di ordine pubblico, avrebbe dovuto riunire l’Ufficio di Presidenza o la Conferenza dei Capigruppo. Chiaramente sollecitiamo l’intervento del Prefetto o del viceprefetto, ma anche del Segretario generale del Comune, per ristabilire le regole del rispetto della democrazia e consentire che la seduta consiliare convocata per domani pomeriggio si svolga regolarmente come previsto, affinchè si dia modo alla città di partecipare e di manifestare il proprio dissenso dopo essere stata usata quasi come cavia, vittima inconsapevole di una gravissima emergenza ambientale."


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, nuovo consiglio comunale sospeso: le reazioni del mondo politico

IlPescara è in caricamento