A Pescara nessun coprifuoco per la movida ma controlli a tappeto in strada e nei locali

Il sindaco Masci nel fine settimana in arrivo ha deciso di non chiudere strade e piazze della movida. "Un banco di prova, restrizioni in caso di criticità"

Movida blindata anche se per ora non ci saranno chiusure di piazze e strade o coprifuoco a Pescara. Il sindaco Masci, infatti, come riferisce l'Ansa, nel prossimo fine settimana non ha disposto chiusure nelle due zone della movida cittadina, ovvero quella di piazza Muzii e il centro storico.

Ci saranno però controlli ancora più stringenti nei locali e lungo le strade, per verificare il rispetto delle norme anticontagio sia da parte dei gestori dei locali che dei clienti, con mascherine anche all'aperto, distanziamento e numero massimo di persone all'interno degli esercizi.

Una sorta di banco di prova, con la possibilità di restrizioni se si dovessero registrare particolari criticità. Il sindaco chiede la massima collaborazione alle associazioni di categoria e titolari di ristoranti e locali, mentre la prefettura annuncia un potenziamento degli uomini delle forze dell'ordine nelle due zone critiche. Per ora dunque Masci ha voluto dare fiducia agli operatori dopo le polemiche per gli orari particolarmente restrittivi applicati durante l'estate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

Torna su
IlPescara è in caricamento