rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica

Il consigliere Pagnanelli (Pd) all'attacco di Masci: "Sindaco ostaggio della Lega"

Il consigliere attacca anche il senatore di Forza Italia tornando sulla questione dell'aggressione omofoba avvenuta la notte del 25 giugno a Pescara

Sindaco senza potere decisionale e negazionismo dal senatore Pagano. Duro attacco del consigliere comunale Pd Pagnanelli al sindaco Masci ed al senatore di Forza Italia in merito all'aggressione al giovane studente omosessuale avvenuta il 25 giugno scorso.

Secondo Pagnanelli, il sindaco in queste ore sta cercando di recuperare consenso dopo la brutta figura rimediata con la bocciatura dell'ordine del giorno del centrosinistra per la condanna all'omofobia e la costituzione di parte civile nel processo da parte del Comune. Pescara, sottolinea il consigliere, è finita sulle cronache nazionali per il grave episodio ed il sindaco vede respinte le sue prese di posizione dal partito della Lega con il consigliere regionale D'Incecco e il presidente del consiglio comunale Antonelli:

Il sindaco prenda piuttosto atto di avere una componente nella sua maggioranza che cerca in ogni modo di fargli fare figure pessime dinanzi all’Italia e si distingua prendendo le distanze, in tal caso noi non potremo che stare dalla sua parte. Per concludere, sono esterrefatto per le dichiarazioni negazioniste del senatore Nazario Pagano, il quale addirittura arriva a sostenere che l’aggressione in questione non abbia matrice omofoba, ma si tratti solo di knock-game.

Per il consigliere di centrosinistra, il senatore forzista non ha letto il racconto del ragazzo picchiato e sta tentando di minimizzare un episodio grave confermando che dietro il voto dell'ordine del giorno ci fu una vera e propria volontà di negare la matrice omofoba.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consigliere Pagnanelli (Pd) all'attacco di Masci: "Sindaco ostaggio della Lega"

IlPescara è in caricamento