rotate-mobile
Politica

Masci sulla zona rossa in Abruzzo: "Il sacrificio è grande, oggi serve il dialogo non la guerra"

Il primo cittadino, che lo ricordiamo è in isolamento fiduciario, commenta l'ordinanza del presidente Marsilio che ha istituito la zona rossa

Il sindaco di Pescara Masci ha voluto commentare la scelta del presidente Marsilio di collocare l'Abruzzo, a partire da oggi 18 novembre, in zona rossa. Il primo cittadino lo ricordiamo è in isolamento fiduciario in quanto la figlia Angela è positiva al Coronavirus ed ora è in attesa dei referti dei tamponi e test per capire se è stato contagiato.

Masci sottolinea come la decisione non sia stata facile ed anticipa di qualche giorno quella che avrebbe preso il Governo, considerando il livello di contagi delle ultime settimane nella nostra regione:

Ci sono in gioco vite e attività economiche, c'è in discussione la società per come l'abbiamo costruita e conosciuta. Ognuno dice la sua, come se ci fossero una o più soluzioni diverse migliori di quella adottata. Ricordo che quando il 9 marzo decisi, un minuto dopo aver ascoltato Conte quel sabato sera in tv, di chiudere i mercati, i cimiteri, i centri sociali e i parchi, ricevetti molte critiche, oppure quando il 3 aprile imposi l'uso della mascherina, primo in Italia, molti mi dissero che ero uno sceriffo, però poi persino  Parruti mi fece  i complimenti e disse pubblicamente che le mie ordinanze tempestive avevano salvato tante persone dal contagio.

Per il sindaco, viviamo una realtà emergenziale sconosciuta, con decisioni prese la cui bontà si vedrà solo a posteriori e con un grande sacrificio richiesto a tutti. Per questo, Masci chiede la massima unità e dialogo in quanto ci sarà più in là il tempo delle polemiche politiche.

Usciremo dal tunnel più forti, torneremo a vedere il sole. Una cosa è essenziale, però, non possiamo più perdere tempo, devono arrivare subito i ristori per tutti, le attività chiuse devono poter avere immediatamente le risorse necessarie per sopravvivere, i lavoratori costretti a casa devono poter contare in tempi rapidi e certi sulla Cassa Integrazione, questo dovrà chiedere Marsilio a Conte, per questo si dovrà battere, e io sarò a fianco a lui per sostenere le ragioni dei pescaresi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Masci sulla zona rossa in Abruzzo: "Il sacrificio è grande, oggi serve il dialogo non la guerra"

IlPescara è in caricamento