rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica

Liquidazione Pescara Parcheggi, il commento di Ranieri e Mascia

Il candidato al consiglio comunale Renato Ranieri, dei Liberali Pescara, e il sindaco Mascia intervengono in merito alla liquidazione della società Pescara Parcheggi che gestisce le soste a pagamento in città

Il candidato al consiglio comunale Renato Ranieri dei Liberali Pescara, attuale Presidente della Commissione Finanze, parla di un'occasione unica offerta al Comune per ripensare la gestione della sosta a pagamento con la messa in liquidazione della società Pescara Parcheggi.

"Dopo la gestione sconsiderata, voluta dall’amministrazione Mascia e portata avanti nonostante le rimostranze di natura tecnico-contabile espresse in questi anni dall’opposizione, diventa adesso fondamentale affidare la gestione dei servizi ad una società pubblico-privata. La prossima amministrazione”, commenta Renato Ranieri, “dovrà preoccuparsi di realizzare un progetto congiunto con la Regione Abruzzo, emanando un bando pubblico e trasparente per individuare i soci privati interessati a partecipare per il 49% al capitale sociale della Pescara Parcheggi. Una questione imprescindibile è il mantenimento di tutta la forza lavoro attualmente impiegata: 40 famiglie che oggi rischiano la perdita del posto di lavoro, ma che attraverso la riorganizzazione societaria potranno conservare il loro impiego”.dichiara Ranieri che cita l'esempio di Anconra e Lecce, dove societò miste pubblico - privato hanno dimostrato di funzionare e garantire incassi al Comune.

"La giunta Mascia invece anche in questa occasione si è dimostrata irresponsabile e incapace persino di fare spot elettorali”. “Il contratto di concessione con Pescara Parcheggi” prosegue Ranieri.

MASCIA  "La messa in liquidazione della società Pescara Parcheggi non è l’avvio verso la morte della società stessa: sicuramente si apre una fase patologica, ma oggi abbiamo dato mandato a quello che sarà nominato Commissario liquidatore di avviare tutte le azioni necessarie per la remissione in bonis della società, ossia dovrà esperire tutti i tentativi per rimettere in sesto l’azienda come si sta facendo da un anno a questa parte, conservando il patrimonio aziendale rappresentato soprattutto dal valore umano dei 39 lavoratori, uomini e donne, che da decenni lavorano per l’azienda e sono l’immagine più bella della città”. ha dichiarato il sindaco, che parla di un percorso di garanzia ringraziando i lavoratori di Pescara Parcheggi che hanno garantito piena efficienza nonostante le diffcoltà causate dal Consiglio Comunale, che, secondo Mascia, ha avuto un atteggiamento pilatesco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liquidazione Pescara Parcheggi, il commento di Ranieri e Mascia

IlPescara è in caricamento