menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le Naiadi, l'assessore Febbo: "I lavoratori devono avere pazienza, risolveremo il problema"

L'assessore regionale ha incontrato ieri i rappresentanti dei lavoratori e dei sindacati in merito alla chiusura dell'impianto sportivo. "La priorità è aprire le buste ed affidare la gestione"

Aprire prima possibile le buste per l'affidamento della gestione, risolvere i problemi burocratici e riaprire Le Naiadi restituendo tranquillità ai lavoratori. Sono i punti salienti presentati dall'assessore regionale Febbo nell'incontro avuto ieri con i rappresentanti dei lavoratori e dei sindacati per la questione della chiusura dell'impianto sportivo ed il fallimento della società che gestiva la struttura.

Febbo ha parlato di tempi relativamente rapidi, con la possibilità di aprire le buste delle offerte per la gestione già il 3 maggio prossimo ed ha sottolineato come chi vincerà il bando non avrà problemi a renitegrare i lavoratori. Gli stipendi sono garantiti dalla curatela fallimentare mentre sui Tfr i lavoratori potranno scegliere se rivolgersi all'Inps o farsi pagare dalla curatela:

Ci sono dei problemi, ma pur essendo stati nominati da nemmeno due mesi ci stiamo lavorando, considerando che questi sono problemi che come noto si trascinano da anni. C'è un bando che non abbiamo fatto noi, la clausola di salvaguardia non ci è stata inserita, e mi chiedo, cosa hanno fatto prima i sindacati? Cosa ha fatto la precedente amministrazione con quel bando? Noi abbiamo trovato le carte già sul tavolo. Ora cerchiamo di lavorare bene e risolvere il problema per garantire tutti: i dipendenti, i collaboratori, gli utenti, e lo stesso patrimonio della Regione che riteniamo importante

Febbo poi interviene sul finanziamento preparato dalla precedente giunta regionale, sottolineando come la giunta Marsilio sia d'accordo per l'affidamento temporaneo di 18 mesi durante il quale si lavorerà per far risorgere l'impianto:

Devono avere un po' di pazienza, anche perché si sta lavorando per garantire i posti di lavoro

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento