menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La replica del PD sul lago della Pineta: "Bugie per coprire l'incapacità"

Non si è fatta attendere la replica da parte del gruppo consiliare del PD di Pescara in merito alle accuse lanciate dal centrodestra e dalla nuova Giunta sulla gestione della Pineta di Pescara. "Sono bugie per coprire le loro incapacità"

Il gruppo consiliare del PD di Pescara ha voluto rispondere alle accuse lanciate dal centrodestra che, nei giorni scorsi aveva attribuito la responsabilità della morte delle oche nel lago delle Pineta alla cattiva gestione della vecchia amministrazione di centrosinistra.

In particolare, il PD ha voluto replicare a tutte le dichiarazioni riguardanti i fondi assegnati per la manutenzione e gestione della riserva naturale, che il centrodestra aveva definito poco chiara e trasparente.

"Nel corso della conferenza stampa tenuta dal centrodestra in data odierna, riguardo alle problematiche riguardanti lo stato della Pineta D’Avalos, sono state mosse accuse e rilievi alla precedente amministrazione che non hanno fondamento e sono prive di oggettivo riscontro.

In particolare viene accusata l’amministrazione di centrosinistra di non aver rendicontato alla Regione Abruzzo il finanziamento di 120.000 €. Per gli anni 2007 e 2008, l’assenza di fatture per l’acquisto di mangime per gli animali del parco e di aver incaricato una ditta nel mese di maggio per lavori mai eseguiti." si legge nella nota.

"Per quanto alla prima questione, quella dei finanziamenti regionali pari a €. 64.000 annui, si precisa che questa somma viene corrisposta per interventi straordinari e per opere di tipo edile e che, nella previsione della passata amministrazione, questa somma doveva servire a ripristinare la funzionalità del manufatto delle ferrovie per poterlo adibire a centro visite.
A seguito dell’abbattimento del predetto manufatto, da parte delle stesse ferrovie, l’amministrazione uscente ha ritenuto di indirizzare le risorse, riferite agli anni 2007 e 2008, per il completamento delle opere di recinzione della Pineta come già comunicato alla stessa regione Abruzzo.
L’assenza poi di fatture comprovanti l’acquisto di mangime per gli animali per l’importo di €. 5.000, somma sempre messa a disposizione della Regione Abruzzo, è del tutto naturale stante il mancato acquisto di detto materiale per la sovrabbondante alimentazione che agli animali viene data “impropriamente” dalla popolazione e che sicuramente deve essere disciplinata. I relativi fondi sono nella disponibilità dell’amministrazione.
Quanto poi all’incarico affidato alla Ditta De Leonibus con atto di determinazione n. 53 del 22.05.2009 per l’importo di €. 7.500, si tratta di intervento straordinario teso ad eliminare il materiale solido in sospensione sulle acque del lago oltre alla ripulitura del canale perimetrale dello stesso lago. La stessa cifra evidenzia che si tratta di intervento eccezionale e di piccola entità che nulla ha a che vedere con una programmazione radicale di bonifica del citato laghetto." prosegue il gruppo del PD.

Infine, l'opposizione cittadina sottolinea come attribuire la responsabilità della moria delle oche alla vecchia amministrazione sia una forzatura volutamente architettata per distogliere l'opinione pubblica dalle reali lentezze ed incapacità amministrative della nuova Giunta.

"Se ancora una volta si voglio coprire lentezze ed incapacità amministrative, già ampiamente dimostrate in questi primi 90 giorni di governo a guida centrodestra, bisogna che Mascia & C. adottino altre strategie; quella che vogliono mettere in atto, anche in questa circostanza, è destinata a rivelarsi un boomerang dagli effetti disastrosi."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento