rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Politica

Pignoli chiama la Regione a "un impegno massimo" per far riaprire Le Naiadi

Duro il commento del capogruppo Udc sul destino dell’impianto di viale Riviera Nord: "Quando c’era Vincenzo Serraiocco ci si scagliava senza mezzi termini contro quella gestione, mentre oggi in molti tacciono e fanno finta di niente"

Pignoli chiama la Regione a "un impegno massimo" per far riaprire Le Naiadi. Duro il commento del capogruppo Udc sul destino dell’impianto di viale Riviera Nord: "Quando c’era Vincenzo Serraiocco ci si scagliava senza mezzi termini contro quella gestione, mentre oggi in molti tacciono e fanno finta di niente. E allora era davvero colpa di Serraiocco? Certamente no visto quello che stiamo vedendo in queste ore".

“Le notizie che arrivano ormai da giorni sulla questione riguardante le piscine Le Naiadi sono a dir poco allarmanti - aggiunge Pignoli - Avevamo letto che si sarebbe ripartiti, con una riapertura seppur solo per gli agonisti l’8 febbraio, ma invece niente e oggi apprendiamo che sono stati tagliati per morosità luce e gas”.

E ancora: “Alla luce di quello che sta accadendo chiedo che la Regione avvii immediatamente l’iter per un nuovo bando per l’affidamento della gestione delle piscine Le Naiadi e che si provveda con tutti gli strumenti legislativi previsti a riaprire l’impianto perché, se è vero che in questi 11 mesi di emergenza sanitaria ci sono stati diversi problemi che hanno portato alla chiusura per alcuni mesi della struttura, oggi è arrivato il momento di farla ripartire seppur in maniera graduale”.

Pignoli invita la Regione a prendere in mano la situazione "prendendo anche la gestione diretta delle Naiadi per salvaguardare i posti di lavoro. Se così non fosse siamo pronti a una protesta eclatante al fianco delle stesse maestranze".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pignoli chiama la Regione a "un impegno massimo" per far riaprire Le Naiadi

IlPescara è in caricamento