Politica

L'appello di Sabatini (M5S) al centrosinistra: "Fare nuovi passi per la Grande Pescara"

In occasione del consiglio comunale di Pescara, che oggi in una cerimonia solenne ha festeggiato e ricordato i 90 anni dalla nascita della città, la capogruppo consiliare è tornata sulla consultazione referendaria del 25 maggio 2014

“Pescara, tutta in fermento di grandezza”. Questa la frase celebrata con una targa all’entrata della sala consiliare del Comune di Pescara, che oggi in una cerimonia solenne ha festeggiato e ricordato i 90 anni dalla sua nascita. "Se il ricordo è un’orma, affinché non scolorisca è necessario ricordare quei passi che hanno generato quell’orma e che, con straordinaria lungimiranza, hanno consentito di costruire quella Pescara che oggi abbiamo l’onore di rappresentare - ha affermato in aula la capogruppo M5S Enrica Sabatini - non dimenticando che quello stesso “fermento di grandezza” che guidò la fusione di allora, è lo stesso che i cittadini di Pescara hanno espresso nel 2014 dicendo, con forza, ‘sì’ alla nascita della Grande Pescara".

Il riferimento dei pentastellati è al voto manifestato dai cittadini dei Comuni di Pescara, Montesilvano e Spoltore alla consultazione referendaria del 25 maggio 2014 sulla fusione dei tre Comuni nella Grande Pescara e che ha visto il 64% di “sì” del totale degli elettori e un plebiscitario 70% solo nella città di Pescara. "Il rispetto della volontà popolare è un obbligo istituzionale di chiunque sia chiamato a rappresentare i cittadini, che sia il Comune o la Regione - ha proseguito la Sabatini - e, al di là del partito o del movimento a cui apparteniamo, se la libertà, come sottolineava Jacques Rousseau, è l’autonomia di darci delle leggi, il rispetto passa nel promuovere quelle leggi che rispondano a una inequivocabile volontà popolare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello di Sabatini (M5S) al centrosinistra: "Fare nuovi passi per la Grande Pescara"

IlPescara è in caricamento