Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

Emergenza Neve, a Pescara spesi già 1,2 milioni di euro

L'emergenza neve che ha colpito la nostra città e l'Abruzzo negli ultimi giorni ha causato gravi danni sul territorio e spese pari a 1,2 milioni di euro per il Comune, che ha chiesto lo stato di calamità naturale

Spese pari a circa 1,2 milioni di euro, danni ingenti sul territorio soprattutto a carico del patrimonio arboreo, e richiesta dello stato di calamitò alle autorità e istituzioni competenti.

Sono gli ultimi aggiornamenti dell'emergenza maltempo che ha interessato la città di Pescara e l'Abruzzo negli ultimi giorni.

L'amministrazione comunale, con il sindaco Mascia, ha fatto sapere che la giunta comunale ha approvato la delibera per richiedere lo stato di calamitò naturale sul territorio e di emergenza, considerando i danni ed i disagi causati dalla neve.

"Da undici giorni stiamo vivendo nello stato d’allerta, con l’impiego in servizio di oltre 200 persone al giorno per garantire l’assistenza ai cittadini con l’attivazione del Centro Operativo Comunale di Protezione civile. Per fronteggiare l’emergenza abbiamo mobilitato mezzi e uomini, acquistato migliaia di quintali di sale, provvedendo anche alla fornitura di beni di prima necessità per gli utenti. " ha detto il sindaco che ha anche annunciato la proroga per il pagamento di Ici e Tarsu, in scadenza ieri 13 febbraio, alla giornata odierna, 14 febbraio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza Neve, a Pescara spesi già 1,2 milioni di euro

IlPescara è in caricamento