rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Politica

Dpcm, l'assessore Cremonese rimette la delega al commercio: "Ora basta"

L'esponente di Fratelli d'Italia ha scelto di compiere questo gesto come forma di protesta contro l'ultimo decreto del premier Conte, e rivolge un "appello a tutti gli assessori d'Italia a fare lo stesso"

Dopo il nuovo Dpcm, annunciato oggi dal premier Conte, l'assessore Cremonese ha rimesso la sua delega al commercio. L'esponente di Fratelli d'Italia ha scelto di compiere questo gesto come forma di protesta contro l'ultimo decreto del presidente del consiglio, e rivolge un "appello a tutti gli assessori d'Italia a fare lo stesso", perché "mi rifiuto di pensare che ce ne sia anche solo uno favorevole a far chiudere le attività alle 18":

"Rimetto con fermezza la mia delega al commercio, consegnandola - afferma l'assessore - Una decisione che, letto l'ultimo Dpcm, ho comunicato al sindaco Carlo Masci, come sempre al mio fianco soprattutto nelle scelte importanti. E rivolgo un appello a tutti gli assessori d'Italia a fare lo stesso".

Poco prima, al termine di un "summit d'urgenza", il capogruppo regionale di Fratelli d'Italia, Guerino Testa, aveva sollecitato "tutti gli amministratori di FdI alla remissione delle deleghe di competenza nelle mani di Conte", perché "se Conte e i suoi ministri avevano intenzione di procurare un'ecatombe nel nostro Paese, la chiusura alle 18 di molte attività produttive è la mossa più profetica che potevano compiere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dpcm, l'assessore Cremonese rimette la delega al commercio: "Ora basta"

IlPescara è in caricamento