Parte il progetto del Comune dedicato ai diversamente abili “Teatro come risorsa sociale”

Si tratta di un laboratorio di animazione teatrale che si svolgerà nel mese di agosto e che è rivolto ad utenti con disabilità intellettiva relazionale

Trasformare l'esperienza teatrale in una risorsa sociale per i diversamente abili per la sfera intellettiva e relazionale. È questo l'obiettivo del progetto presentato dal Comune di Pescara, con l'assessore comunale Di Nisio in collaborazione con il consigliere Pignoli e la presidente della commissione politiche sociali Carota, che vedrà impegnati nel mese di agosto i ragazzi in un laboratorio di animazione teatrale.

Un percorso, come spiega l'assessore per sfruttare il linguaggio teatrale che promuove integrazione e salute, sollecitando il partecipante a sperimentare la propria originalità ed unicità.

L’esperienza teatrale permette di acquisire strumenti che sollecitano positivamente le dinamiche socio-affettive dei partecipanti, ne facilitano la loro partecipazione e inclusione e liberano emozioni e pensieri. Ci ripromettiamo, come amministrazione, di replicare l'iniziativa coinvolgendo altri soggetti interessati. Puntando all’obiettivo di niziative e progetti che quotidianamente vanno studiati, promossi, applicati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

Torna su
IlPescara è in caricamento