menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Commercio, Testa sbotta: “Il tempo dei vaniloqui è finito, è ora di agire”

Il capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio regionale propone la sua ricetta: detassazione, cancellazione delle cartelle esattoriali, finanziamenti garantiti e azzeramento delle segnalazioni in Crif (Centrale rischi finanziaria)

In merito alla crisi che il settore del commercio sta vivendo a causa della pandemia, Testa sbotta e in una nota esclama: “Il tempo dei vaniloqui è finito, è ora di agire”. Il capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio regionale propone la sua ricetta: detassazione delle rimanenze di magazzino, cancellazione delle cartelle esattoriali, finanziamenti garantiti e azzeramento delle segnalazioni in Crif (Centrale rischi finanziaria).

“La categoria del commercio si adegua – e non potrebbe fare altrimenti – ma chiede – e chiediamo – al governo misure adeguate per resistere ai gravi effetti collaterali della pandemia. È tempo che lo Stato cambi passo e salvaguardi un settore colpito pesantemente. Ristori - o indennizzi - adeguati e subito ma non basta. Sono gli stessi rappresentanti della categoria a fornire le indicazioni precise su ciò che il governo centrale dovrebbe fare per sopperire alle enormi perdite di fatturato e consentire di fronteggiare il prossimo futuro”.

Tesa poi ricorda come sulla materia sia in fase di ultimazione un progetto che intende tutelare quei cittadini, piccoli imprenditori e liberi professionisti che non sono riusciti a far fronte agli impegni assunti e che, per tale ragione, sono stati esclusi dai processi economici: "Il momento storico che stiamo vivendo è davvero critico -conclude - e solo un'azione completa e realmente incisiva potrà restituire ai nostri operatori economici quell’autonomia di cui sono stati privati". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento