Sospiri sul caso "Le Naiadi": "Non chiuderanno mai più, Regione pronta a intervenire direttamente"

A dirlo, senza mezzi termini, è Lorenzo Sospiri, presidente del consiglio regionale che commenta la decisione della Pescara Pallanuoto di non iscrivere la squadra al prossimo campionato di Serie A2

«L’impianto sportivo e natatorio de "Le Naiadi" non chiuderà mai, e questa è una certezza».
A dirlo, senza mezzi termini, è Lorenzo Sospiri, presidente del consiglio regionale che commenta la decisione della Pescara Pallanuoto di non iscrivere la squadra al prossimo campionato di Serie A2.

«Se la squadra di pallanuoto di A2 sceglierà di non iscriversi al campionato per ragioni personali non possiamo dire nulla», aggiunge Sospiri, «ma se la decisione è stata determinata dalla paura per l’incertezza sul futuro della struttura, la Regione Abruzzo può garantire che tale incertezza non esiste».

Il presidente del consiglio regionale ricorda come l’assessore regionale Liris «si è già impegnato a fornire un programma strutturale di attività procedurali per il prossimo 15 luglio e la scadenza verrà rispettata. Personalmente già una volta ho assicurato la riattivazione dell’impianto e credo di avere la credibilità necessaria per garantire che la struttura non subirà alcuno stop».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo quanto spiega inoltra Sospiri: «Ci sono due questioni, la prima di natura squisitamente tecnica ovvero il project financing ereditato dal centrosinistra che purtroppo è stato ritirato dagli stessi proponenti che ne hanno chiesto una rimodulazione sostanziale. E al tempo stesso il problema del bando di gestione firmato sempre dal centrosinistra parlava di un affidamento fino al 31 luglio non prorogabile. Ora la Regione Abruzzo andrà a una gestione nel tempo lunga e nelle more verrà assicurata la prosecuzione dell’attuale governance, ma seppure questa venisse rifiutata dall’attuale gestione comunque "Le Naiadi" non chiuderanno mai più, sarà la Regione stessa a intervenire in modo diretto se fosse necessario per tenere aperti gli impianti. Quando ci siamo insediati abbiamo trovato una situazione disastrosa, noi siamo stati capaci in pochi mesi di rimettere insieme i cocci, restituire a Le Naiadi la propria dignità, abbiamo riaperto il complesso e gli abbiamo restituito piena funzionalità e questa funzionalità resterà garantita. Dunque oggi non so se la squadra di A2 si iscriverà, ma c’è una certezza inossidabile: Le Naiadi resteranno aperte senza alcuna interruzione, si dovesse andare a gara, si dovesse subentrare con una gestione diretta, individueremo la soluzione migliore e ottimale, per l’utenza, per il personale e per il futuro di una struttura sportiva che è la nostra perla regionale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo l'asse attrezzato, auto si ribalta e prende fuoco: tamponamento tra altre 4, ferite 6 persone [FOTO]

  • Morto l'ex arbitro di calcio Stefano Pitocco, aveva 44 anni: Loreto Aprutino e Aia-Pescara in lutto

  • Uomo trovato morto nella sua camera dalla madre, tragedia nel Pescarese

  • Chiarita la causa del decesso dell'uomo trovato in una pozza di sangue nella sua camera dalla madre

  • Morto l'uomo di Città Sant'Angelo colto da un infarto mentre correva con la moglie

  • Omicidio Jennifer Sterlecchini: annullata la condanna a 30 anni di carcere per Davide Troilo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento