rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Politica

"Case dell'Ater di Pescara a rischio", il M5S lancia l'allarme

Intonaci cadenti, crepe e strutture pericolanti. Pettinari e Di Pillo evidenziano che in alcuni sottotetti c'è la pericolosa presenza di eternit e amianto: "Chiediamo stanziamenti e risorse per le case di edilizia popolare di tutta la provincia e della Regione"

Intonaci cadenti, crepe e strutture pericolanti. I cittadini abitanti negli stabili del quartiere Rancitelli hanno paura e chiedono l'intervento immediato delle istituzioni. A farsi portavoce dei timori dei residenti sono stati questa mattina il consigliere regionale del M5S Domenico Pettinari e il consigliere comunale Massimiliano Di Pillo.

"Chiediamo stanziamenti e risorse per le case di edilizia popolare di tutta la provincia di Pescara e della Regione - ha spiegato Pettinari - Vorrei dire a tal proposito che proprio nel capoluogo adriatico, ad esempio, sono rimaste fuori da stanziamenti e interventi tutte le case popolari di Rancitelli, dove ci troviamo oggi, dei quartieri Zanni, Borgo Marino, e la zona di San Donato dove ci sono case fatiscenti, pericolanti e in condizioni precarie''.    

E Massimiliano Di Pillo ha sottolineato che "la situazione in alcune abitazioni è davvero molto pesante: addirittura in alcuni sottotetti è stata rilevata la presenza di eternit e amianto".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Case dell'Ater di Pescara a rischio", il M5S lancia l'allarme

IlPescara è in caricamento