rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Politica Rancitelli / Via Tavo

Abbattimento Ferro di Cavallo, il Comune: "Nessuna volontà di negare il diritto alla casa"

L’assessore Del Trecco spiega anche che, in base alle norme sugli incentivi all’efficientamento energetico e all’adeguamento sismico, "non c'è l’obbligo di ricostruire lo stesso numero di appartamenti dei quali si procede alla demolizione"

In merito al preannunciato abbattimento Ferro di Cavallo, in via Tavo, il Comune interviene per precisare che non c'è "nessuna volontà di negare il diritto alla casa". L’assessore all’edilizia residenziale pubblica Isabella Del Trecco spiega infatti che, in base alle norme sugli incentivi all’efficientamento energetico e all’adeguamento sismico, non c'è l’obbligo "di ricostruire lo stesso numero di appartamenti dei quali si procede alla demolizione" (171 nel caso del Ferro di Cavallo).

Aggiunge il consigliere comunale di Amare Pescara, Berardino Fiorilli:

"Le scelte sono e saranno trasparenti e condivise, certamente legittime, come emerso in tutti gli incontri di approfondimento fin qui svolti con i vertici politici e tecnici della Regione e del Comune. Non è vero che le leggi relative all’eco e sisma bonus prevedono di ricostruire lo stesso numero di alloggi Ater e nello stesso sito. Al contrario, è possibile riedificarne una percentuale inferiore e, ancor più, delocalizzarne una parte".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbattimento Ferro di Cavallo, il Comune: "Nessuna volontà di negare il diritto alla casa"

IlPescara è in caricamento