menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

È polemica in consiglio regionale per l'emendamento da 1 milione di euro per la scuola di Niko Romito

L'emendamento era stato presentato dai consiglieri della Lega ma poi non è stato approvato. Il Pd: "Uno schiaffo ai ristoratori e gestori dei locali chiusi"

Scoppia la polemica in merito all'emendamento al pdl sui debiti fuori bilancio del consiglio regionale, presentato dalla Lega e dal centrodestra riguardante lo stanziamento di un milione di euro per la scuola di cucina dello chef Niko Romito. L'emendamento doveva essere approvato nella seduta di ieri 21 dicembre ma per una spaccatura all'interno della maggioranza non si è arrivati al numero legale con alcuni consiglieri della lega che sono usciti dall'aula. Ma l'emendamento non è sfuggito alle critiche dure da parte dell'opposizione sia con il Pd che con il M5s che hanno parlato di una scelta non pertinente in questo periodo di restrizioni dovute al Covid, con migliaia di ristoratori e gestori dei locali costretti a chiudere ed in attesa dei ristori provenienti dalla Regione.

Il capogruppo Pd in consiglio Paolucci ha dichiarato:

La maggioranza di centrodestra ha deciso di investire finalmente sul comparto enogastronomico abruzzese, sostenendone le eccellenze e gli istituti formativi? Benissimo, ma che questa scelta sia più coraggiosa e ricomprenda anche gli altri enti, pubblici e privati, riconosciuti dalla Regione Abruzzo e i ristoratori che a causa della pandemia hanno i locali e personale bloccati e senza introiti da mesi

Imbarazzante che la maggioranza trascini uno chef stellato nella polemica.Romito, la sua scuola sono sicuramente un esempio importante per l'economia e l'immagine della nostra regione, per questo non è dignitoso aver inserito di soppiatto e dopo una lunga giornata di discussione, un emendamento in bilancio per sostenerlo, quasi come fosse una cosa di cui vergognarsi o, peggio, da approvare in fretta per non attirare troppo l'attenzione-

Non era meglio riconoscere anche altre risorse all'intero comparto, magari a sostegno delle centinaia di ristoratori abruzzesi?"

Gli fa eco il consigliere Blasioli, che utilizzando una metafora culinaria, parlando di una "bomba" per i pescaresi e di un krapfen indigesto per gli abruzzesi, con il bilancio in Regione che ha 45 milioni in meno con tagli lineari, eppure si pensa di stanziare un milione di euro per la scuola privata di Niko Romito:

Nulla contro lo chef, naturalmente, ma ci sono altre priorità; siamo in piena pandemia, bar e ristoranti chiusi, posti letto in terapia intensiva che scarseggiano, 40 mila imprese che da giugno aspettano un rimborso di 1000 euro dalla Regione e il centrodestra propone di stanziare un milione di euro per la scuola privata dello chef stellato
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento